martedì, Luglio 23, 2024

Zelensky non esclude referendum su Crimea e Donbass

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky non esclude la possibilità di indire un referendum sul futuro dello status della Crimea e del Donbass. Le parole di Zelensky giungono mentre è in corso un’escalation al confine russo-ucraino. La Russia ha ammassato quasi 100 mila truppe al confine e l’Occidente teme un’imminente inversione dell’Ucraina da parte della Russia. Dal canto suo, Mosca nega di aver pianificato qualsiasi attacco all’Ucraina e accusa Kiev e Washington di comportamenti destabilizzanti.

Zelensky non esclude un referendum su Crimea e Donbass?

Nel mezzo della crisi al confine russo-ucraino, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato di non escludere un possibile referendum sul futuro dello status dell’Ucraina orientale devastata dalla guerra e della penisola di Crimea annessa alla Russia nel 2014. Zelensky non ha fornito dettagli su come e quando si potrebbe tenere il referendum. Tuttavia ha affermato che è una delle opzioni che sta considerando per rilanciare un processo di pace in stallo nell’est dell’Ucraina e porre fine anche a una situazione di stallo con Mosca. “Non escludo un referendum sul Donbass in generale”, ha detto Zelensky al canale televisivo 1+1. “Potrebbe riguardare il Donbass, potrebbe riguardare la Crimea, potrebbe riguardare la fine della guerra in generale”, ha aggiunto. Il presidente ucraino ha anche affermato che non esclude la possibilità di tenere colloqui diretti con il presidente russo Vladimir Putin.


Leggi anche: Zelensky teme un colpo di Stato in Ucraina

Related Articles

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -spot_img

Latest Articles