Zelensky: la storia riterrà la Russia responsabile

0
255
Zelensky: la storia riterrà la Russia responsabile

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha affermato che la storia riterrà la Russia responsabile dell’invasione dell’Ucraina. Prosegue intanto la guerra in Ucraina. Gli USA si apprestano ad approvare ulteriori aiuti all’Ucraina. Il Giappone annuncia nuove sanzioni contro la Russia.

Presidente Zelensky: la storia riterrà la Russia responsabile

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha affermato che la storia riterrà la Russia responsabile dell’invasione dell’Ucraina. “E noi, ucraini, continueremo a lavorare per la nostra difesa, la nostra vittoria e per ripristinare la giustizia. Oggi, domani e qualsiasi altro giorno necessario per liberare l’Ucraina dagli occupanti”, ha detto Zelensky nel suo discorso notturno. Il presidente ucraino ha anche riferito che Kyiv ha completato la seconda parte del questionario sullo “status di candidato” dell’UE. “Prevedo che l’Ucraina riceverà una risposta positiva a giugno in merito all’acquisizione dello status di candidato all’UE”, ha detto Zelensky.

Nuovi aiuti all’Ucraina dagli USA?

La Casa Bianca, intanto, commenta il discorso del presidente russo Vladimir Putin pronunciato nel Giorno della Vittoria. Per la Casa Bianca, Putin ha pronunciato “una versione della storia revisionista”. A Washington si continua a lavorare per offrire aiuto all’Ucraina. I democratici al Congresso hanno accettato una proposta per fornire quasi 40 miliardi di dollari di aiuti aggiuntivi all’Ucraina. La proposta supera i 33 miliardi di dollari richiesti in precedenza dal presidente Biden e include ulteriori 3,4 miliardi di dollari in aiuti militari e 3,4 miliardi di dollari in aiuti umanitari. Biden ha esortato i legislatori a far passare immediatamente i finanziamenti extra per l’Ucraina.

Il Pentagono ha affermato che il dipartimento ha la prova della deportazione forzata degli ucraini. “Abbiamo indicazioni che gli ucraini vengano portati contro la loro volontà in Russia”, ha detto il portavoce del Pentagono John Kirby. Kirby non ha però rivelato il numero totale di ucraini espulsi con la forza. Il Pentagono ha anche riferito che le sanzioni iniziano a “moderare” la capacità della base industriale russa. Secondo un alto funzionario della difesa statunitense, la Russia ha difficoltà a trovare i componenti elettronici e non riescono a sostituire le munizioni a guida di precisione.  

ONU convoca sessione sui diritti umani e Giappone annuncia nuove sanzioni

Il Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite ha annunciato che terrà una sessione speciale il 12 maggio sul “peggioramento della situazione dei diritti umani in Ucraina”.  Il Giappone ha annunciato nuove sanzioni economiche alla Russia. Tali sanzioni congeleranno i beni di più individui e vieteranno le esportazioni di beni all’avanguardia ad alcuni gruppi russi, compresi gli istituti di ricerca scientifica.


Leggi anche: Zelensky parla nel giorno della vittoria della seconda guerra mondiale

Putin: siamo in Ucraina per difendere la patria