Zelensky introduce i visti per i cittadini russi

0
593
Zelensky introduce i visti

Il presidente Zelensky introduce i visti per i cittadini della Federazione Russa. Lo ha annunciato sul suo account di messaggistica Telegram. Il requisito entrerà in vigore dal 1 luglio 2022.

Zelensky introduce i visti per i Russi: perchè?

Il capo di stato maggiore di Zelensky, Andriy Yermak, afferma che è una decisione presa a causa dell’invasione russa iniziata il 24 febbraio. Quindi per rafforzare gli sforzi difensivi del suo Paese. Tuttavia prima dell’invasione, i russi non avevano bisogno di visti per entrare in Ucraina. I due vicini condividono un confine che si estende per quasi 2.300 chilometri (1.400 miglia). E condividono ampi legami familiari. Molti di loro hanno parenti oltre confine. Mentre altri viaggiavano regolarmente per visitare le spiagge meridionali dell’Ucraina e i centri culturali urbani.


Leggi anche – Erdogan discute con Putin i piani di incursione della Turchia in Siria


Una decisione simbolica

Tuttavia è una mossa che potrebbe essere vista come simbolica. Dato che i confini tra i due Paesi sono ufficialmente chiusi per via della guerra. L’Ucraina dove il Russo non è ampiamente parlato e che ha visto due rivoluzioni pro-democrazia dal 2004, è diventata negli ultimi anni una destinazione popolare per la Russia liberale in fuga dal regime autoritario del presidente Vladimir Putin. Difatti alla fine di gennaio, quasi 175.000 cittadini russi avevano un permesso di soggiorno in Ucraina.