Zelensky accusa la Russia di bloccare le esportazioni di prodotti alimentari

0
211
Zelensky: le forze russe controllano un quinto dell’Ucraina

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, accusa la Russia di bloccare le esportazioni di prodotti alimentari. Zelensky ha affermato che, a causa del blocco russo dei porti ucraini, ci sarà una grave crisi alimentare. Il presidente ucraino ha quindi chiesto aiuto alla comunità internazionale per sbloccare i porti.

Zelensky accusa la Russia: bloccano le esportazioni di prodotti alimentari   

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha affermato che la Russia ha impedito all’Ucraina di esportare 22 milioni di tonnellate di prodotto alimentari. Zelensky, dopo un incontro con il primo ministro portoghese Antonio Costa, ha detto che la crisi energetica mondiale sarà seguita da una crisi alimentare se altri paesi non aiuteranno l’Ucraina a sbloccare i suoi porti e riprendere le esportazioni. “Ci sarà una crisi nel mondo. La seconda crisi dopo quella energetica, quella provocata dalla Russia. Ora creerà una crisi alimentare se non sblocchiamo le rotte per l’Ucraina, non aiutiamo i paesi dell’Africa, dell’Europa, dell’Asia, che hanno bisogno di questi prodotti alimentari”, ha avvertito Zelensky.

Il presidente ucraino ha poi chiesto alla comunità internazionale di fornire aiuti all’Ucraina, in particolare equipaggiamento militare che può essere utilizzato per sboccare i porti. “La Russia ha bloccato quasi tutti i porti e tutte, per così dire, le opportunità marittime per esportare cibo: il nostro grano, orzo, girasole e altro. Potete sbloccarli in diversi modi. Uno dei modi è una soluzione militare. Questo è il motivo per cui ci rivolgiamo ai nostri partner con richieste relative alle armi rilevanti”, ha affermato Zelensky.


Leggi anche: Zelensky: la storia riterrà la Russia responsabile