YouTube blocca i video dei complotti di QAnon

YouTube ha deciso di bloccare i video che diffondono le teorie di complotto di QAnon, tuttavia gruppo si sta diffondendo nelle Chiese americane

0
234
YouTube blocca

YouTube ha annunciato che blocca i video che diffondono le teorie di complotto di QAnon nell’ambito delle nuove regole sull’incitamento dell’odio. Tuttavia questa mossa potrebbe risultare tardiva. Infatti QAnon si sta diffondendo anche nelle chiese americane, usando la religione per attirare ignari cristiani.

YouTube blocca i video QAnon

La società dei social media, YouTube, ha annunciato che, nell’ambito delle nuove regole stabilite per l’incitamento all’odio, verranno cancellati i video che diffondono le teorie di complotto del gruppo conosciuto con il nome di QAnon.

La società ha dichiarato: “Oggi, stiamo compiendo un altro passo avanti nei nostri sforzi per frenare l’odio e le molestie rimuovendo più contenuti della teoria del complotto utilizzati per giustificare la violenza nel mondo reale”. Ha poi sottolineato: “Un esempio potrebbe essere il contenuto che minaccia o molesta qualcuno suggerendo che sia complice di una di queste cospirazioni dannose, come QAnon o Pizzagate”.

Il cambiamento nella politica di YouTube però non include il divieto totale di QAnon, un gruppo di cospirazione che sostiene una serie di teorie infondate tra cui traditori dello “stato profondo” che complottano contro il presidente degli USA Donald Trump.

YouTube è l’ultima azienda che blocca QAnon. Durante l’estate, Facebook e Twitter hanno sospeso gli account e bloccato i siti collegati alla teoria del complotto di QAnon.

QAnon si infiltra nell’ambiente religioso

Tuttavia le nuove azioni dei social potrebbero essere state prese troppo tardi. Infatti il gruppo QAnon si sta infiltrando anche all’interno delle chiese, usando la religione per attirare ignari cristiani.

QAnon, fin dalla sua creazione nel 2017, si è infiltrato e diffuso nella politica americana soprattutto tra i sostenitori del presidente Trump, nella cultura di internet e ora nella religione.

Molti conservatori cristiani si stanno innamorando delle folli cospirazioni di QAnon. Il pastore evangelico, Ed Stetzer, ha dichiarato: “In questo momento è ancora ai margini dell’evangelicalismo. Ma abbiamo una frangia piuttosto grande si seguaci QAnon”.

Stetzer ha poi affermato: “I pastori devono essere più consapevoli del pericolo e hanno bisogno di strumenti per affrontarlo. Le persone della nostra chiesa vengono ingannate attraverso i social media”.

Nell’ambiente religioso si sta diffondendo sempre di più il gruppo QAnon. C’è persino un movimento, guidato dal Ministero del Regno Omega con sede in Indiana, che unisce QAnon al cristianesimo leggendo durante le funzioni religiose sia i testi della Bibbia che quelli di QAnon.

Il sito web del Ministero recita: “Se vuoi conoscere QAnon e il grande risveglio questo è il posto giusto per te”.

Secondo la visione religiosa di QAnon, Q è un profeta post moderno, le “gocce di Q”, ovvero i suoi messaggi, sono testi sacri . Inoltre Trump è una figura messianica che invocherà “The Strom”, una rivelazione apocalittica che smaschera i malfattori.

FBI definisce QAnon una minaccia, i social non avrebbero dovuto permettre la diffusione

L’FBI ha definito QAnon una minaccia di terrorismo interno e ha avvertito che “tali teorie di complotto motivano alcuni estremisti interni a commettere attività criminali, talvolta violente”.

La decisione di YouTube, Facebook e Twitter, di cancellare le teorie sui loro social potrebbe essere avvenuta troppo tardi. Soprattutto non avrebbero mai dovuto permettere, a queste teorie di complotto, di essere diffuse attraverso la loro piattaforma. Ora, i credenti di queste teorie urleranno alla censura creando ancora più disordini e odio.


QAnon si sta diffondendo in tutto il mondo

Centinaia di gruppi QAnon rimossi da Facebook

Commenti