Si svolgerà domenica 2 giugno 2019 l’evento promosso dal comune di Milano “Musei a Cielo aperto”; iniziativa che ha l’intento di svelare al pubblico le bellezza di una città che non si lascia mai scoprire totalmente. Nell’evento con ingresso gratuito – organizzato dal Comune di Milano e dalla Fondazione Milano – si inserisce una sezione dedicata alla scoperta dei milanesi illustri.

Una passeggiata fra le bellezze

Architetto Maria Servetto co-fondatrice delo studio Migliore + Servetto Architects

L’architetto Mara Servetto – premiata con tre “Compasso d’Oro ADI”, undici “Red Dot Design Award (GER)”, due “German Design Award” e due “IDA, International Design Award” – co-fondatrice dello studio Migliore + Servetto Architects, (1997) accompagnerà i visitatori al Cimitero Monumentale dove, in una passeggiata all’interno del cimitero stesso (con durata di circa 30/40 minuti), si attraverseranno i luoghi di sepoltura di grandi architetti (da Castiglioni, Joe Colombo e Gae Aulenti), raccontando come il design sia un mezzo per creare rapporti tra l’oggetto e gli utenti, ma anche tra gli utenti stessi. L’iniziativa vuole inoltre valorizzare il patrimonio storico-artistico conservato nel cimitero Monumentale. Nel corso della giornata saranno coinvolti studenti e diplomati di Fondazione Milano che accoglieranno il pubblico con drammaturgie originali scritte ad hoc, concerti e proiezioni di cortometraggi.

Focus: il Cimitero Monumentale

il Cimitero Monumentale di Milano

Il Cimitero Monumentale – ideato dall’architetto Carlo Maciachini e realizzato a partire dal 1864 in stile eclettico, con richiami gotici, bizantini e romanici – si estende nei pressi del centro. L’inaugurazione avvenne nel 1866 e, nello stesso giorno, vi fu la prima tumulazione della salma del compositore Gustavo Noseda. Nel corso del tempo il Monumentale si arricchì di un gran numero di opere d’arte funeraria di genere classico e contemporaneo (templi greci, obelischi e la versione ridotta della Colonna Traiana).

Il Cimitero Monumentale dunque è un vero e proprio museo “a cielo aperto”, fra i più importanti d’Italia. All’entrata del Cimitero troviamo il Famedio (dal latino “tempio della fama”) raggiungibile tramite un grande scalone. Il Famedio è una costruzione in stile neogotico di marmo e mattoni, ideata inizialmente per essere una chiesa. In seguito però si decise di trasformarlo in un luogo di tumulazione dei milanesi illustri, come ad esempio Alessandro Manzoni, Carlo Cattaneo, Salvatore Quasimodo ed altri grandi personaggi. Separato dal cimitero da un muro, troviamo il Reparto Israeliti (1872) ideato da Maciachini.

Impossibile descriverne e racchiudere tutta la bellezza in poche righe, quindi non resta che aderire a questo straordinario evento culturale e storico. Una “passeggiata” insolita che, senza alcun dubbio, farà tornare a casa arricchiti i visitatori.

Per maggiori informazioni sull’evento: www.fondazionemilano.eu

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here