Xiaomi pronta a lanciare la sua prima auto elettrica

L’azienda cinese produrrà in serie le proprie auto nel primo semestre del 2024

0
186
Xiaomi pronta a lanciare la sua prima auto elettrica

Xiaomi è pronta a lanciare sul mercato la sua prima auto elettrica. Il CEO Lei Jun ha affermato che il colosso dell’high tech produrrà in serie le proprie auto nella prima metà del 2024. Secondo prime indiscrezioni, le prime auto dovrebbero essere un SUV compatto o una berlina.

Xiaomi è pronta a lanciare sul mercato le auto elettriche?

L’amministratore delegato di Xiaomi, Lei Jun, ha affermato che l’azienda cinese leader di smartphone produrrà in serie le proprie auto nella prima metà del 2024. Secondo quanto riportato dai media locali e successivamente confermato dalla società, il CEO ha annunciato durante un evento per gli investitori la data dell’arrivo della prima auto elettrica. Secondo prime indiscrezioni che arrivano dalla Cina, dovrebbe trattarsi di un SUV compatto o di una berlina. Nei mesi successivi dovrebbero arrivare altri modelli, per consentire all’azienda di offrire modelli per tutte le esigenze. L’azienda ha affermato che punta a vendere 900 mila auto nei primi tre anni di attività. Dopo la pubblicazione della notizia, le azioni di Xiaomi sono balzate del 5,4% a 22,5 HK$, il più grande aumento percentuale giornaliero dal 12 maggio.

L’azienda cinese investe nel mercato della auto

A marzo, Xiaomi aveva annunciato un investimento da 10 miliardi di dollari per la nuova divisione di auto elettriche nell’arco dei prossimi dieci anni. La registrazione dell’unità EV è avvenuta alla fine di agosto. Non è ancora chiaro se Xiaomi produrrà l’auto in modo indipendente o tramite una partnership con una casa automobilistica. Il primo stabilimento automobilistico di Xiaomi è situato nella città di Yizhuang, vicino Pechino. La divisione automobilistica di Xiaomi ha già raccolto più di 20 mila curriculum per il progetto e 453 persone lavorano già nel dipartimento di ricerca e sviluppo.


Leggi anche: Auto elettriche: il fuoco è un problema senza un perché