World Breaking news del 6 settembre 2020

Ecco le ultime notizie dal mondo del 6 settembre 2020

0
278
27 novembre 2020
World Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 6 settembre 2020, ci giungono nuove notizie dal mondo.

World last news del 6 settembre 2020

Croazia: in migliaia in piazza a Zagabria contro le restrizioni

I negazionisti della pandemia sono scesi in piazza anche in Croazia. Infatti, diverse migliaia di persone si sono radunate a Zagabria per protestare contro le nuove restrizioni anti-covid.

Alcuni degli striscioni dicevano “il covid è una bugia, non siamo tutti covidioti” e “togliti la mascherina, spegni la TV, vivi una vita piena“.

Gran Bretagna: oltre 1800 casi covid in 24 ore

La Gran Bretagna ha registrato poco più di 1800 nuovi casi di coronavirus e 12 decessi in 24 ore. Si tratta di un dato di poco inferiore a quello segnalato venerdì che era il più alto dal 30 maggio.

Per quasi tutto il mese di agosto le autorità sanitarie inglesi hanno sempre registrati circa mille casi al giorno. Tuttavia, a settembre sono tornati ad aumentare.

Pakistan: uccisa la giornalista Shaheena Shaheen

Degli uomini armati nella provincia sudorientale pakistana del Belucistan hanno attaccato e ucciso la giornalista Shaheena Shaheen. Hanno colpito la reporter con tre proiettili.

La donna è morta in ospedale a causa delle ferite riportate. Rimangono finora sconosciuti i motivi dell’omicidio.

La Shaheen era direttrice di un magazine e aveva un programma sulla TV statale.

Mali: ex presidente Keita lascia il paese

Il presidente deposto del Mali, Ibrahim Boubacar Keita, ha lasciato Bamako per trasferirsi negli Emirati Arabi Uniti, per sottoporsi a delle cure mediche.

Ad annunciarlo sono fonti della famiglia e della giunta militare.

Keita, 75 anni, aveva dovuto dimettersi il mese scorso con il suo governo dopo un golpe militare.

Altre notizie del 6 settembre 2020

Cile: terremoto di magnitudo 6.5 sulla costa centrale

Il Cile ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 6.5 sulla costa centrale. Secondo i dati dell’istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano e dell’agenzia di monitoraggio geologico USA, l’ipocentro del sisma sarebbe a circa 20 km di profondità. L’epicentro, invece, si troverebbe a 45 km nord-ovest di Ovalle.

Non sono attualmente disponibili informazioni su danni a persone o cose.

Regno Unito: diverse persone accoltellate nella notte a Birmingham

Diverse persone sono state accoltellate a Birmingham nella notte. Gli agenti di polizia hanno ricevuto una chiamata poco dopo la mezzanotte, e stanno ancora indagando sull’accaduto.

Una persona è morta e altre 7 persone sono rimaste ferite. La polizia precisa che due dei feriti sono in gravi condizioni. Inoltre ha aggiunto che una persona è ricercata e lavorano all’identificazione di altri sospetti.

Il Ministro degli Esteri, Dominic Raab, ha dichiarato di non avere informazioni che possa trattarsi di un attacco terroristico.


Accoltellamento a Birmingham nella notte: cosa è successo


Hong Kong: 100 arresti durante le proteste

Sale la tensione ad Hong Kong durante le proteste pro democrazia per le mancate elezioni politiche. Tale elezioni si sarebbero dovute tenere oggi, ma vi è stato un rinvio al 2021 per il timore di una possibile nuova ondata di coronavirus.

La polizia ha già arrestato un centinaio di persone durante le proteste concentrate prevalentemente a Kowloon. Qui le forze dell’ordine hanno utilizzato spry e cartucce orticanti per disperdere la folla.

La polizia ha riferito anche di 90 arresti a Yau Tsim Mong.

Francia: nuovo picco di contagi covid

Nelle ultime 24 ore la Francia ha registrato oltre 8500 casi di coronavirus. Le vittime sono invece 12.

Altri 7 dipartimenti francesi sono stati classificati come zone rosse ad alto rischio covid. Pertanto, il numero totale delle zone in cui bisogna adottare misure rafforzate sale a 28.

Tra questi dipartimenti vi sono Nord, Basso Reno, Senna Marittima e Cote-d’Or.

Russia/Germania: accuse reciproche fra i due Paesi sul caso Naval’nyj

La Germania ha affermato che se la Russia non darà spiegazioni sull’avvelenamento dell’oppositore Aleksei Naval’nyj, l’Unione Europa proporrà delle sanzioni contro la Russia.

Il ministro degli Esteri tedesco, Heiko Maas, ha dichiarato: “Fissare un ultimatum non aiuta nessuno, ma se la parte russa non aiuta a chiarire cosa è successo, allora dovremo discutere una risposta coi nostri partner”.

Invece, la Russia accusa la Germania di aver bloccato ogni sforzo per indagare sul caso del dissidente russo Aleksei Naval’nyj. La portavoce del ministro degli Esteri, Maria Zakharova, ha detto: “Berlino sta bloccando l’indagine che lei stessa chiede. Lo fa apposta?”.

Bielorussia: quarta settimana di fila che la popolazione scende in piazza

E’ la quarta settimana consecutiva che la popolazione bielorussa scende in piazza per protestare il presidente eletto Alexander Lukashenko, accusandolo di aver truccato i risultati delle elezioni del 9 agosto.

Le forze di polizia in borghese continuano ad arrestare manifestanti. Degli agenti con il volto coperto hanno trascinato via una trentina di studenti . Questi si trovavano in vari punti della città per protestare contro gli arresti dei compagni nei giorni precedenti.

Commenti