World Breaking news del 31 luglio 2020

Ecco le ultime news dal mondo del 31 luglio 2020.

0
145
9 agosto 2020
World Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 31 luglio 2020, ci giungono nuove notizie dal mondo.

World last news del 31 luglio 2020

Spagna: i contagi covid crescono ancora

Le autorità sanitarie spagnole hanno registrato un nuovo picco di contagi da coronavirus. Si sono infatti verificati 1229 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

Di questi, 225 sono a Madrid, 352 in Aragona e 121 in Catalogna.

Sono ormai due giorni che la curva dei contagi in Spagna supera quota mille.

Afghanistan: esplosa autobomba a Logar

Un‘autobomba è esplosa nella provincia di Logar, nell’Afghanistan orientale.

L’attentato si è verificato in serata nella piazza Shaidan a Pole Alam, captale della regione.

Le fonti ospedaliere dichiarano che ci sono almeno 17 vittime e 40 feriti.

Messico: terzo paese al mondo per decessi covid

Il Messico è diventato il terzo paese al mondo per decessi da coronavirus, superando la Gran Bretagna.

Le autorità sanitarie messicane dichiarano infatti oltrepassata la soglia dei 40 mila morti. Situazioni peggiori si hanno solo negli USA e in Brasile.

Brasile: record di morti in 24 ore

Il Brasile ha registrato quasi 58 mila nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore. I morti dell’ultima giornata sono invece 1129, un numero molto alto.

Il bilancio totale dei casi in Brasile è di 2,6 milioni di unità, mentre i decessi totali sono oltre 91 mila.

Gran Bretagna: rinvio dell’allentamento delle restrizioni

Il governo britannico ha deciso di rinviare ad almeno due settimane l’allentamento delle restrizioni anti-covid.

I locali, che avrebbero dovuto aprire sabato, torneranno aperti invece il 15 agosto o addirittura più tardi. Come i locali anche il bowling, i casinò e le piste di pattinaggio.

Il premier Boris Johnson ha spiegato: “Con l’aumento dei numeri, riteniamo che sia necessario premere il pedale del freno per tenere sotto controllo in virus”.

Italia: la Corte stabilisce che il dl sicurezza viola la pari dignità

La Corte ha stabilito che il decreto sicurezza attuato dall’ex ministro degli Interni Matteo Salvini viola le pari dignità.

Le motivazioni con cui la consulta ha dichiarato illegittimo l’articolo 12 del primo dl sicurezza 113/2018 sono:

“Negare l’iscrizione all’anagrafe ai richiedenti asilo limita la capacità di monitoraggio su persone che soggiornano regolarmente nel territorio, anche per lungo tempo. Inoltre significa trattare in modo differenziato e peggiorativo, senza una ragionevole giustificazione, una particolare categoria di stranieri”.

Intanto, il governo ha raggiunto un’intesa per ammorbidire il decreto sicurezza, riducendo le multe alle Ong e protezione speciale a umanitari.


Matteo Salvini to face trial in the Open Arms case

Commenti