World Breaking news del 20 ottobre 2020

Ecco le ultime notizie dal mondo del 20 ottobre 2020

0
442
27 novembre 2020
World Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 20 ottobre 2020, ci giungono nuove notizie dal mondo.

World last news del 20 ottobre 2020

Irlanda: lockdown per sei settimane

Il governo irlandese ha deciso di imporre il massimo livello di restrizioni contro la diffusione dei contagi da coronavirus. Ha infatti stabilito che dalla mezzanotte di mercoledì per sei settimane, quindi fino al 1° dicembre, verrà imposto un nuovo lockdown.

Il governo ha riferito che verranno chiuse tutte le attività commerciali non essenziali. Bar e ristoranti saranno autorizzati a vendere solo cibo da asporto. Resteranno invece aperte le scuole, le fabbriche e i cantieri.

Nigeria: manifestazione contro la brutalità della polizia

In Nigeria si sono verificate delle proteste contro la brutalità e gli abusi della polizia.

Secondo i testimoni, centinaia di manifestanti hanno bloccato l’aeroporto di Lagos.  Amnesty International riferisce che durante le manifestazioni ci sono stati 15 morti, tra cui due poliziotti.

Nello Stato di Edo, le autorità hanno imposto un coprifuoco di 24 ore.

Francia: 15 fermi per il professore decapitato a Parigi

Nell’ambito dell’inchiesta sulla decapitazione di un professore di Storia a Parigi, sono state poste in stato di fermo 15 persone, di cui quattro studenti.

Il diciottenne che ha decapitato il professore avrebbe distribuito dei soldi, almeno 300 euro in contanti, a diversi studenti per ottenere informazioni sul suo obiettivo.

Il ministro dell’Interno francese Darmanin ha annunciato la chiusura di una moschea nella regione parigina Seine-Saint-Denis, dopo un video postato su Facebook che la collega all’uccisione del docente Samuel Paty.  

Darmanin ha dichiarato che il provvedimento durerà sei mesi, e che la moschea ha ricevuto un provvedimento simile perché il direttore ha scritto sui social che l’insegnante doveva essere intimidito e aveva fornito l’indirizzo della scuola in cui lavorava.

Mar Cinese Meridionale: esercitazioni navali USA, Giappone e Australia

La settima flotta degli Stati Uniti ha riferito che USA, Giappone e Australia hanno condotto esercitazioni navali trilaterali nel Mar Cinese Meridionale.

Si tratta della loro quinta operazione congiunta in quest’area durante l’anno 2020. Tali operazioni si sono svolte mentre gli USA e i loro alleati hanno intensificato le richieste di un indopacifico libero e aperto. Si sottolineano anche le crescenti preoccupazioni per il dominio cinese nella regione.

Gran Bretagna: infettati volontari sani per accelerare vaccino

I ricercatori del Regno Unito si stanno preparando a iniziare un controverso esperimento in cui verranno infettati dei volontari sani con il Sars-Cov-2 per studiare la malattia nella speranza di accelerare lo sviluppo di un vaccino.

Tale esperimento è chiamato “Challenge Study”, ed è rischioso. Tuttavia, i suoi sostenitori affermano che potrebbe produrre risultati più velocemente rispetto alla ricerca standard.

Altre notizie del 20 ottobre 2020

Russia: governo afferma di essere disposto a congelamento testate nucleari con USA

Il governo russo ha dichiarato che sarebbe aperto a un congelamento reciproco delle testate nucleari con gli USA in cambio dell’estensione dell’ultimo trattato nucleare fra Mosca e Washington per un anno.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato: “La Russia ha proposto di prorogare il nuovo START per un anno, ed è pronta ad assumersi un obbligo politico insieme agli USA di congelare gli arsenali esistenti di testate nucleari durante questo periodo”.

Lavrov ha sottolineato che questa offerta è disponibile solo se gli Stati Uniti non faranno altre richieste aggiuntive.

Stati Uniti: Dipartimento di Giustizia pronto a presentare causa antitrust contro Google

Il Dipartimento di Giustizia statunitense ha riferito di essere pronto a presentare la tanto attesa causa antitrust contro Google.

La causa accusa il gigante della Silicon Valley di detenere un monopolio illegale sulla ricerca e sulla pubblicità di ricerca.

Secondo il Washington Post e il New York Times, il procuratore generale William Barr avrebbe svolto un ruolo importante nel caso, spingendo per presentarlo in anticipo. Il Post riferisce anche che la causa dovrebbe essere firmata solo dai procuratori generali degli Stati repubblicani.

Altri AG potrebbero scegliere invece di partecipare al caso in un secondo momento o sottoporre le proprie battaglie a Google.

Italia: virologo Crisanti afferma che nessun sistema può tracciare 10-12 mila casi covid

Il virologo Andrea Crisanti ha dichiarato: “Convivere col virus significa portarlo ai livelli di trasmissione bassa in modo da mantenere una qualità di vita decente e portare avanti l’economia. Tutto questo si fa solo interrompendo le catene di trasmissioni, ma con 10-12 mila casi al giorno nessun sistema è in grado di farlo”.

Crisanti ha poi aggiunto: “Con la capacità che l’Italia ha di test e tracciamenti, già con i duemila casi al giorno l’Italia non è più capace di fare il tracciamento”.

Il virologo conclude dicendo: ” Il vantaggio competitivo di una economia oggi passa principalmente attraverso la tutela della salute pubblica”.

Giappone: attacchi informatici a progetti vaccino anti-covid

Alcuni istituti di ricerca giapponesi che sviluppano vaccini contro il coronavirus sono stati colpiti da attacchi informatici.

Una società di sicurezza informatica statunitense ha riferito che tali attacchi potrebbero essere stati compiuti dal governo cinese.

Il governo nipponico ha esortato i produttori di farmaci e le organizzazioni di ricerca ad aumentare i livelli di allerta per prevenire i tentativi di rubare informazioni riservate.

Non è la prima volta che degli hacker cerano di rubare dei dati di ricerca su un vaccino contro il Covid-19. Infatti, a luglio USA, Gran Bretagna e Canada avevano affermato che degli hacker collegati ai servizi di Intelligence russi avevano cercato di rubare delle informazioni sui vaccini.


Hacker russi accusati di attacchi informatici nel mondo

Commenti