World Breaking news del 15 settembre 2020

Ecco le ultime notizie dal mondo del 15 settembre 2020

0
126
24 settembre 2020
World Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 15 settembre 2020, ci giungono nuove notizie dal mondo.

World last news del 15 settembre 2020

Russia/Germania: Mosca, occidente ha superato ogni limite di decenza sul caso Naval’nyj

Dopo gli sviluppi sul caso di avvelenamento dell’oppositore russo Aleksei Naval’nyj, il ministro degli Esteri di Mosca Sergei Lavrov ha cancellato la visita prevista per oggi a Berlino.

Lavrov ha infatti dichiarato: “I partner occidentali della Russia, sul caso di Aleksei Naval’nyj, hanno superato ogni limite di decenza e buonsenso. La posizione dell’occidente su Naval’nyj potrebbe causare conseguenze molto spiacevoli”.

Giordania: semi lockdown per picco di casi covid

Il governo di Amman ha deciso di chiudere le scuole, i luoghi di culto, i ristoranti e i mercati pubblici per due settimane a partire da giovedì. Questo rinnovo delle restrizioni è dovuto ad un recente aumento record di casi di coronavirus.

Si cerca di evitare un lockdown come quello precedente che aveva garantito un basso numero di casi su 10 milioni di abitanti e che era stato revocato a giugno.

Nonostante gli studenti siano tornati a scuola e i voli internazionali siano ripesi questo mese ora tocca richiudere. Il picco è di oltre 200 infezioni al giorno.

Gran Bretagna: la legge “contro la Brexit” passa il primo ostacolo legislativo

Alla Camera dei Comuni britannica è stato superato i primo scoglio per il progetto di legge del progetto di Boris Johnson.

Quest’ultimo mira a rimettere in discussione alcuni impegni per il dopo Brexit sanciti nel’accordo firmato con l’UE. Questo riguarda in particolare lo status commerciale e doganale dell’Irlanda del Nord.

Questa norma ha scatenato l’ira dell’Unione Europea.

Siria: raid USA contro miliziani jihadisti

L’osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria ha riferito che un attacco missilistico lanciato da un drone nel nord – ovest della Siria ha ucciso diversi miliziani jihadisti.

Secondo l’osservatorio l’attacco sarebbe stato compiuto da un aereo senza pilota, forse della Coalizione anti – ISIS a guida americana.

L’attacco è avvenuto nella città di Idlib, nel quartiere di Qusur.

Bielorussia: Mosca dice no interferenza a riforme di Minsk

Il presidente russo Putin appoggia il piano del leader bielorusso Alexander Lukashenko. Il Cremlino ha detto: “Né Mosca né le capitali europee devono interferire nella riforma costituzionale in Bielorussia”. Si tratta dell’unica concessione ai manifestanti che scendono in piazza da 37 giorni per chiedere le dimissioni di Lukashenko, definito un usurpatore.

Putin però ribadisce che Lukashenko è legittimo.

L’UE si aspetta che la Serbia appoggi le sanzioni europee. Tuttavia il governo di Belgrado non aveva aderito alle sanzioni contro la Russia per la crisi Ucraina.

Cina: produzione industriale cresce in agosto

Nel mese di agosto, in Cina la produzione industriale ha segnato un rialzo annuo del 5,6%. Un dato oltre l’attesa dei mercati, che era pari al 5,1%. Si tratta del quinto mese di fila di crescita dopo lo stop imposto dalla pandemia di coronavirus.

Ad agosto è calata anche la disoccupazione, che scende al 5,6%.


Export cinese continua ad aumentare


Israele – Emirati Arabi Uniti: a Washington la firma dello storico accordo

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu e il ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti oggi firmeranno alla Casa Bianca il trattato di pace mediato dagli USA.

Il documento prende il nome di “Accordo di Abramo”. Tale accordo coinvolge anche il Bahrein, con il quale verrà però sottoscritta solo una dichiarazione.

Tuttavia, non è chiaro al momento se e intese contengano o meno impegni per il conflitto con i palestinesi.

Germania: vaccino covid disponibile solo a metà agosto

Il vaccino anti-covid in Germania potrà essere disponibile per molte persone solo a metà 2021. A riferirlo è la Ministra dell’Istruzione e della Ricerca Anja Karlliczek.

La ministra ha dichiarato: “La ricerca in Germania fa progressi veloci e il governo è fiducioso. Tuttavia dobbiamo dire che non siamo ancora dove vogliamo e non sappiamo cosa può succedere nelle prossime settimane”.

Commenti