Winston Churchill: all’asta un suo dipinto

La famiglia Onassis ha messo in vendita un'opera regalata dallo statista britannico ad Aristotele Onassis

0
354
Winston Churchill mentre dipinge al cavalletto (articolo di Loredana Carena #loredanacarena @artecarenalo)

Winston Churchill si dedicò, nel corso della sua lunga carriera politica, anche alla pittura. Sicuramente questo passatempo fu per il Primo Ministro britannico una forma di evasione dai fitti impegni politici. E uno dei suoi quadri sarà battuto all’asta il prossimo 23 giugno da Philips a New York.

Qual è il dipinto di Winston Churchill che sarà venduto all’asta?

Si tratta del dipinto ad olio, realizzato nel 1921, intitolato “The Moat, Breccles” che, per molto tempo, si pensava fosse andato perduto. Chrurchill regalò il quadro ad Aristotele Onassis, il noto magnate armatore greco e secondo marito di Jacqueline Kennedy. Il dipinto venne esposto per molto tempo su Christina, lo yacht della famiglia Onassis.

Ed ora “The Moat, Breccles” cambia rotta, diventando una delle opere di punta nella vendita all’asta di Arte Moderna e Contemporanea da Philips a New York. Si stima che il quadro possa arrivare a raggiungere tra 1,5 e 2 milioni di dollari.

La casa d’aste newyorkese, per promuovere il quadro di Winston Churchill, ha in programma di esporlo accanto ad una replica dello yacht bar di Onassis, dove rimase per molti anni. Il panfilo fu un punto d’incontro di celebri personaggi del secolo scorso dell’alta finanza, del cinema e della politica. Tra questi Richard Burton, Marylin Monroe, Eva Peron, , John D. Rockfeller e Elizabeth Taylor.

Churchill e Onassis: un politico e un armatore

L’amicizia tra Winston Churchill e Aristotele Onassis, che durò molti anni, nacque grazie a Randolph, il figlio dello statista. Negli anni che precedettero e che seguirono la seconda guerra mondiale Churchill e Onassis furono il volto di due grandi poteri. Il primo di quello politico, dove diplomazia, costanza e determinazione, erano qualità fondamentali per raggiungere alti obiettivi. Il secondo, invece, rappresentò l’aspetto economico – finanziario, in cui lungimiranza, pianificazione e tenacia erano elementi determinanti per realizzare i propri progetti.

L’armatore greco era noto anche per le sue liason amorose al punto che venne definito il “collezionista di donne celebri”. Tra queste la relazione tormentata con il soprano Maria Callas anche lei originaria della Grecia, che terminò nel 1968 quando Onassis sposò Jacqueline Kennedy, vedova del Presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy.

Winston Churchill e Aristotele Onassis furono quindi due personaggi che segnarono il corso della storia del XX secolo con le loro scelte e le loro azioni.