WILLIAM WORDSWORTH. RICORRE OGGI L’ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DEL POETA ROMANTICO

Wordsworth nacque il 7 aprile 1770. Il poeta insieme a Coleridge è ritenuto il fondatore del Romanticismo e soprattutto del naturalismo inglese, grazie alla celebre pubblicazione delle Lyrical Ballads

0
356
William Wordsworth

WILLIAM WORDSWORTH, VITA E ROMANTICISMO

William Wordsworth nacque il 7 aprile 1770 a Cockermouth. L’anno di nascita del poeta fu un segno oracolare; per convenzione il 1770 è l’anno con cui si indica la nascita dello Sturm und Drang in Germania. Questo movimento, tradotto come “tempesta e impeto”, precorse il romanticismo e dunque Wordsworth vide tracciato il suo destino “romantico” fin dal primo istante in cui venne al mondo. Il poeta inglese però non giunse immediatamente alla consapevolezza romantica; egli visse anche a Parigi e proprio qui attraversò un periodo “anarchico e libertario”. A questo tempo rivoluzionario appartengono due raccolte di poesie: An Evening Walk (Una passeggiata di sera) e Descriptive Sketches (Bozzetti descrittivi).

DALLA FRANCIA ALL’INGHILTERRA

Wordsworth ritornò in Inghilterra agli inizi dell’ottocento, deluso dagli eccessi del Terrore e poi dell’imperialismo napoleonico. Il poeta dunque abbandonò gli ideali della Rivoluzione e iniziò a meditare sulla natura e a coltivare un amore per la purezza e la semplicità. Nel 1807, il Wordsworth pubblicò Poems in Two Volumes contenente Intimations of Immortality from Recollections of early Childhood (intuizioni di immortalità nei ricordi dell’infanzia) e la famosa I wandered lonely as a cloud. A parte alcuni viaggi in Germania, Belgio, Paesi Bassi e Italia, il poeta condusse una vita ritirata sino al giorno della sua morte, il 23 aprile 1850.

Leggi anche 28 novembre 1757. Nasce William Blake

LYRICAL BALLADS

Wordsworth e Coleridge sono ancora oggi considerati i massimi esponenti del romanticismo inglese; insieme, nel 1798, pubblicarono le Lyrical Ballads, pietra miliare della poesia britannica. Le odi e le poesie di questa meravigliosa raccolta furono espressione, lo sono tuttora, della spiritualità dei poeti e anche delle note, vivaci e delicate, dei loro animi.

LA POETICA DI WILLIAM WORDSWORTH

Leggere le poesie di Wordsworth significa cogliere la profonda spiritualità del poeta, significa leggere un forte stupore, significa percepire una meraviglia magica, la stessa che Wordsworth provava ogni volta che si trovava di fronte allo scenario della natura. Il romanticismo del poeta è l’esaltazione della bellezza pacifica ed è altresì la contemplazione della quiete e della pace naturali. La concezione della natura di Wordsworth è quella di “organic living hole“: la natura è un insieme di vibrazioni di vita e di spirito, la natura è forza attiva che suscita sentimenti di gioia. Quest’aspetto è preponderante nella poesia I wandered lonely as a cloud.

I WANDERED LONELY AS A CLOUD

I wandered lonely as a cloud, “vagavo solo come una nuvola“, è forse il verso più conosciuto di Wordsworth. Il poeta, qui, ha avvicinato l’esistenza dell’uomo a quella di una nuvola; lo ha fatto perchè ancora una volta è la contemplazione della natura a prevalere. Lo scrittore romantico, attraverso il componimento poetico, ha donato all’uomo l’esistenza di una nuvola per suggerirgli di osservare bene tutto il creato e le verità dell’universo. La poesia è conosciuta anche attraverso il titolo The Daffodils, i narcisi. I narcisi sono infatti i protagonisti dei versi. Perchè mai Wordsworth ha scelto un fiore così umile? Perchè è l’umiltà, tipica della natura, l’essenza della poesia dello scrittore inglese. Wordsworth ha riconosciuto la dignità dei narcisi e ci è riuscito perchè ha ravvisato chiaramente l’umiltà e la semplicità dei fiori di campo. Il romanticismo del poeta dunque si è sempre caratterizzato per due elementi importanti: la forte spiritualità e il magico stupore nei riguardi del creato naturale e forse è proprio questo che fa della poesia di Wordsworth una gemma preziosa, destinata a brillare nei secoli a venire.

Commenti