William Hill: i profitti crollano durante la pandemia

0
412
William Hill

Della serie anche i giganti crollano, il bookmaker britannico William Hill, attualmente in procinto di essere acquisito da Caesars Entertainment, ha registrato un forte calo dei profitti lo scorso anno. Il suo utile del 91% a 9,1. Un colpo al cuore per tutti gli scommettitori.

Veramente William Hill sigla un accordo da 2,9 miliardi di sterline?

Sembra di si. L’azienda ha registrato un calo delle entrate nette del 16%. La pandemia ha interrotto gli eventi sportivi in ​​diretta e chiuso i suoi negozi di scommesse. La società, che gestisce circa 1.400 negozi di scommesse nel Regno Unito, ha leggermente compensato le chiusure. Ottenendo una crescita dei ricavi netti del 9% nelle sue piattaforme online. Ulrik Bengtsson, CEO del gruppo inglese, ha dichiarato: “In quello che è stato un anno straordinario, sono immensamente orgoglioso di come il Gruppo ha risposto e della resilienza che abbiamo visto nelle nostre prestazioni“. Il Gruppo sta chiudendo un accordo con Cesare Entertainment molto vantaggioso.


Calcio scommesse- Nessun coinvolgimento per Gattuso


L’accordo

Il consiglio di amministrazione di William Hill ritiene che questa sia l’opzione migliore per il gruppo a un prezzo interessante per gli azionisti. William Hill continuerà a operare come al solito, mentre l’accordo sarà sottoposto a controllo normativo. Ha affermato che le sue operazioni nel Regno Unito hanno ancora un forte futuro davanti“. ha affermato il presidente di William Hill Roger Devlin. Mentre Caesars ha affermato oggi che “l’acquisizione storica riunirà Caesars come una delle più grandi società di gioco e intrattenimento negli Stati Uniti e William Hill come una delle principali società di scommesse e gioco d’azzardo al mondo“. Non è stato aggiunto altro dagli amministratori di Caesars.