William Boeing: HS- 2L, Boeing C- 700, Boeing 707

0
584

William Boeing è un imprenditore americano che vive tra la fine 800 e la metà 900. In realtà, Boeing diviene il fondatore dell’industria aeronautica, simbolo dell’aviazione degli Stati Uniti. Di fatto, l’imprenditore entra nella storia come padre della “Industria Aeronautica Boeing”.

William Boeing e la biografia

William Boeing nasce a Detroit, l’1 ottobre 1881 e decede a Seattle, il 28 settembre 1956. La famiglia appartiene ad una sfera sociale benestante e vive nel Michigan. Inoltre, i genitori sono Wilhelm e Marie M. Ortmann, di cui il padre ingegnere tedesco e la madre austriaca. All’età di nove anni, William perde il padre e la madre inizia una nuova vita con un secondo matrimonio. In seguito, William frequenta i primi studi in Svizzera, mentre le scuole superiori in America. A fronte di ciò, William entra nella “Sheffield Scientific School”, ad Yale, dove decide un cambio di nome in “William Edward Boeing”.

William Boeing e l’eredità del padre

Nel 1903, William riceve in eredità dal padre una ingente somma di denaro, una fortuna dal valore di un milione di dollari. A ragion per cui, William decide di entrare nel mondo degli affari. Di fatto, William raggiunge Washington, dove acquista numerose terre da legname, ad Hoquiam. Tuttavia, il progetto di William ottiene un riscontro positivo e fruttuoso, in particolare con l’apertura del Canale di Panama.

William Boeing e la passione per l’aeronautica

Boeing diviene presidente della “Greenwood Logging Company”, poiché il disegno d’imbarcazioni suscita in lui grande interesse. A fronte di ciò, nasce “Taconite”, ovvero il primo modello di yacht personale, in quanto suo disegno e creazione. Nel 1909, Boeing decide il trasferimento a Seattle, dove nella “Alaska- Yukon- Pacific” assiste ad un volo espositivo ed insegue la passione per l’aeronautica.

William Boeing e l’idrovolante Curtiss

Nel 1914, Boeing e l’amico Cdr. George Conrad Westervelt  assistono sul lago di Washigton, al volo di un idrovolante. Inoltre, il pilota Terah T. Maroney comanda il velivolo, in occasione del “Kla- How-Yaw” e nei giorni seguenti i due amici salgono sul “Curtiss”, per un volo. Allorché, Boeing decide di prendere lezioni di volo, presso la “Glenn L. Martin Flying School”, a Los Angeles. A fronte di ciò, l’aspirante pilota acquista uno tra i modelli aerei di produzione Martin.

Il pilota della ditta Martin

L’assemblaggio del nuovo idrovolante inizia a Seattle, per mano del pilota della “Martin”, ovvero James Floyd Smith, maestro di volo di Boeing. Tuttavia, le dimensioni delle casse contenenti l’aereo arrivano per via ferroviaria, mentre l’assemblaggio avviene all’interno di un hangar. Nel dettaglio, la tenda dell’hangar rimane su di una barca, sulle rive del Lago Union. Ma durante il collaudo, Herb Munter danneggia il velivolo e le parti di ricambio non risultano più disponibili, per lungo tempo. A fronte di ciò, Martin e Westervelt decidono di creare un nuovo modello di aereo.

L’idrovolante “B & W Seaplane”

Dall’accordo tra i due piloti nasce un biplano anfibio, con ottime prestazioni. Nel 1916, Boeing ormai pilota col brevetto porta in volo, il primo prototipo “Bluebill”, per la prima volta. Di fatto, nasce la “Pacific Aero Products Co.”, dove Boeing entra nel settore dell’aeronautica.

Il primo conflitto mondiale ed il cambio di nome societario

L’8 aprile del 1917, l’America entra nella prima guerra mondiale e Boeing decide l’arruolamento nella marina, come riservista. Inoltre, Boeing pensa di modificare il nome della fabbrica in “Boeing Airplane Company” ed assume gli ingegneri Egtvedt e Johnson. Allorché, Boeing acquisisce il consenso per la realizzazione di cinquanta aerei, per l’addestramento HS-2L.

I velivoli commerciali

A fine guerra, la “Boeing” decide di concentrare unicamente la costruzione di velivoli commerciali. In seguito, Boeing esegue il servizio di posta aerea e passeggeri, con la “United Airlines”. Nel 1919, Boeing ed il pilota Edward Hubbard volano sul “Boeing C- 700”, che ha in dotazione un propulsore Hall- Scott. Inoltre, l’aereo ha un trasporto di sessanta lettere, dalla Columbia Britannica a Seattle. A fronte di ciò, durante la Grande Esposizione Canadese, Boeing esegue il primo servizio di posta aerea internazionale.

I caccia MB- 3A con 320 CV

Nel 1921, Boeing costruisce con licenza 200 “caccia Thomas- Morse MB-3A”, che hanno un propulsore “Wright H- 3”, con 320 CV. In seguito, Boeing partecipa ad una competizione di servizio di trasporto posta, da Chicago a San Francisco, che vince. A ragion per cui, dalla vittoria di Boing consegue una rivalità tra lui ed Hubbard. Ciò nonostante, Boeing lo stesso anno inserisce il servizio operativo di 24 aerei.

L’accusa governativa

Nel 1927, nasce la “Boeing Air Transport Corporation”, che poi diviene “United Aircraft and Transport Corporation”. Nel 1934, il governo accusa Boeing di monopolio di mercato, con la “United Aircraft and Transport Corporation” ed “Air Mail Act”. Di fatto, Boeing divide la società in tre parti, per decisione governativa. A fronte di ciò, Boeing lascia il business aeronautico.

La morte

William Boeing decede a Seattle il 28 settembre del 1956, all’età di settantaquattro anni.

Commenti