Will Young: “Lexicon” il nuovo album – Recensione

0
435

E’ uscito ieri in tutti i negozi di dischi, store digitali e piattaforme streaming “Lexicon” il nuovo album di Will Young che torna a distanza di quattro anni dal precedente “85% Proof”.

Il settimo album in studio di Will Young rappresenta una svolta per l’ex vincitore del talent show inglese Pop Idol. Dopo aver superato i problemi di stress e di salute, l’artista ha scelto di rilasciare il suo nuovo capitolo discografico, lontano dalle regole di mercato e da contratti discografici milionari, l’artista ha scelto di rilasciare la sua ultima fatica in modo indipendente. Libertà che ha portato sicuramente grande sicurezza e grande pace con se stesso.

Rispetto ai precedenti album “Lexicon” ha una struttura musicale basata sull’elettronica ed è una novità assoluta per l’artista in quanto non aveva mai fatto prima un disco di queste sonorità. Non solo elettronica in quanto all’interno dell’album ci sono brani come “All The Songs” e “My Love” che richiamano le classiche canzoni disco-pop mentre nel brano di chiusura “The Way We Were” si sente un impressionante falsetto.

Non si può trovare un brano più bello o brutto all’interno di “Lexicon” in quanto in tutte e dodici le canzoni l’artista è completamente diverso, per melodie, suoni ed emozioni. Le migliori interpretazioni sono nei brani “Scars” e “Dreaming Big”.

Nel complesso “Lexicon” è un buon album. L’artista per questa suo nuovo album collabora con altri cantautori e la cosa non accadeva dal suo terzo album “Keep On” del 2005. In conclusione Will ha revisionato il suo sound ma è comunque rimasto fedele alle sue radici pop. Voto 4/5

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here