Wiki Loves Monuments: è la Cattedrale di Bitonto a vincere

0
448

Al Wiki Loves Monuments 2021, il più grande concorso fotografico al mondo organizzato dalle comunità di Wikipedia. È Bitonto con la sua Cattedrale la protagonista della foto vincitrice.

Wiki Loves Monuments: l’edizione italiana 2021

Il più grande concorso fotografico del mondo, un contest dedicato ai monumenti, che invita tutti i cittadini a documentare la propria eredità culturale realizzando fotografie con licenza libera, nel pieno rispetto del diritto d’autore e della legislazione italiana in merito.

L’Obiettivo di Wiki Loves Monuments

È la valorizzazione dell’immenso patrimonio culturale italiano sul web. Le fotografie dei monumenti vengono condivise su Wikimedia Commons. Il grande database di immagini di Wikipedia, con licenza libera CC-BY-SA. Wiki Loves Monuments contribuisce infatti a diffondere la filosofia di Wikimedia Italia e di tutti i progetti wiki, che si basano sulla libera condivisione della cultura.

Perché c’è il wiky lovers monuments

Qualche spiegazione in più per capire meglio. In Italia le fotografie dei beni culturali in custodia al Ministero e a enti pubblici statali o territoriali sono regolate dal Codice dei beni culturali e del paesaggio e la norma prevede la libertà di fotografare i beni culturali e di divulgare le riproduzione solo se non vi è scopo di lucro. L’utilizzo a scopo di lucro deve infatti essere concordato con l’ente che ha in custodia il bene e che può richiedere il pagamento di un eventuale canone. Secondo alcune interpretazioni di tale legge, le riproduzioni non sarebbero pubblicabili con la licenza d’uso Creative Commons BY-SA, la licenza di Wikipedia, a meno che non si possegga una precisa autorizzazione da parte degli enti pubblici che hanno in consegna tali beni.

A oggi sono appunto oltre 2300 le istituzioni 

Nel corso delle dieci edizioni italiane, hanno rilasciato le liberatorie necessarie a pubblicare su Wikimedia Commons le fotografie dei loro beni culturali. E come evidenziato da una ricerca commissionata da Wikimedia Italia, i Comuni italiani che hanno visto un incremento di informazioni sulle pagine Wikipedia loro dedicate sono gli stessi che hanno aderito a Wiki Loves Monuments. Il concorso ha quindi un impatto diretto positivo sulla valorizzazione del patrimonio, ma anche sul turismo. Grazie alle licenze libere utilizzate dai progetti Wikimedia, infatti, foto e testi possono essere utilizzati anche per produrre contenuti rivolti alla promozione del territorio.

The Phair: la fotografia e la forza delle immagini

Wiki Loves Monuments nell’edizione 2021 

L’iniziativa, contribuisce alla libera condivisione su internet di contenuti relativi alla valorizzazione e conservazione di siti culturali e monumenti in tutto il mondo. Ha festeggiato la conclusione della decima edizione al Palazzo della Città Metropolitana di Bari, con la premiazione delle 10 foto vincitrici. Il contest è organizzato da Wikimedia Italia in collaborazione con Anci, Touring Club Italiano, Federazione Italiana Associazioni Fotografiche, Arci Liguria e Apt Emilia Romagna e con il patrocinio di Arci e Icom. Sono 17.263 i monumenti fotografabili in Italia e oltre 165.000 gli scatti raccolti in questi anni su Wikimedia Commons.

La mostra fotografica di Wiki Loves Monuments

Dopo l’edizione 2020 con un podio interamente pugliese e considerata la grande partecipazione dei fotografi di questa regione, grazie anche all’impegno dei volontari locali, le premiazioni della decima edizione italiana si terranno proprio in Puglia. Appuntamento al Palazzo della Città Metropolitana di Bari, sabato 18 dicembre, alle ore 17. Nello stesso luogo ha aperto la mostra fotografica di Wiki Loves Monuments, che esporrà tutti i vincitori dell’edizione nazionale e pugliese 2021, insieme ai primi classificati delle precedenti edizioni nazionali.

Wiki Loves Monuments dal primo al terzo vincente

Il primo posto, quindi, è alla foto della Cattedrale di Bitonto in uno scatto in bianco e nero di Giovanni Cenerino. Anche il secondo posto è pugliese: la Torre di Tertiveri (Foggia) fotografata da Marco La Torre. Maurizio Moro conquista il terzo, quinto e sesto posto con tre fotografie: San Zeno controluce, Monumento ai Caduti Simmetrie, Lecco d’inverno.

Wiki Loves Monuments e gli altri vincitori

Il quarto posto va a Casone Donnabona per Riflessi nella nebbia. Il Castello e la Luna di Aldo Montemarano, scattato a Melfi, in Basilicata, si aggiudica il sesto posto. Federica Tamburini firma la scatto in bianco e nero dal titolo Fermo-Villa Vitali – Il Loggiato. In bianco e nero anche la foto alla nona posizione, Scanno in bianco e nero, di Gianluca Pirro. Evocativa la fotografia che si aggiudica il decimo posto: Justinawind immortala l’unica vetrata della chiesa di Sant’Agostino sopravvissuta al terremoto di Amatrice del 24 agosto 2016 in uno scatto dal titolo Vetrata Salvata.