When I Dream – recensione del gioco da tavolo

When I Dream è un gioco da tavola in cui il protagonista dovrá lasciarsi suggerire un sogno per poi doverselo ricordare anche da sveglio. Ecco la nostra recensione.

0
184

Riprendere la dimensione onirica per dar luogo ad un gioco da tavolo in cui servono cooperazione, furbizia e memoria? Un’idea un po’ folle e molto creativa che ha funzionato alla perfezione dando alla luce “When I Dream”, un gioco intelligente che unisce delle caratteristiche comuni ad altri giochi che stimolano la creatività alle leggende che tutti conosciamo sul mondo dei sogni. Oggetto di scena una meravigliosa maschera da notte: forse di una taglia un po’ troppo stretta per dormirci ma comunque utile agli scopi del gioco.

When I Dream – le regole in breve

Come tanti altri giochi, anche “When I Dream” si divide in turni in cui un giocatore sempre diverso è protagonista: il suo compito sarà quello di costruire una storia in base a delle parole che verranno indicate da apposite carte, ma non potendo vedere tali carte (il giocatore deve indossare la maschera da notte) egli dovrà fare affidamento su quanto gli viene detto dagli altri giocatori. Il problema è che non tutti saranno dalla sua parte: le fate cercheranno di aiutare, è vero, ma nel contempo i babau cercheranno di depistare il sognante trasformando il suo sogno in incubo. Al gioco partecipa anche un “sandman”, che dovrà invece mediare aiutando chi sta giocando male e sfavorendo chi sta giocando bene.

Ad assegnare questi ruoli saranno le carte distribuite ai vari giocatori: nessuno può decidere da che parte stare, e l’addormentato di ciascun turno dovrà cercare di cogliere eventuali segnali che possano rivelargli da che parte stanno i suoi compagni d’avventura. Alla fine di ogni turno vengono assegnati punti a ciascun giocatore in base a quante parole sono state indovinate dal dormiente, mentre lui potrà riceverne qualcuno in più qualora dovesse ricordarsi di tutte le parole che è riuscito ad indovinare durante la sua “dormita”. Per questo aspetto, e per sapere quante carte-personaggio distribuire, consultare il regolamento.

Recensione del gioco

A differenza di altri giochi in cui la sfida difficile in ogni turno è solo per chi sta al centro dell’attenzione, in “When I Dream” anche non far capire che si è un babau può essere una mission impossibile. Per questa ragione, il gioco richiede tante abilità: furbizia per chi interpreta un ruolo, memoria per chi deve costruire il sogno. Ciò permette di mettersi in gioco su più livelli, di divertirsi per un lasso di tempo la cui durata è direttamente proporsionale al numero dei giocatori e di testare contemporaneamente sia la fantasia e l’umorismo con cui si riesce ad imbastire una storia che le doti intellettive necessarie per essere competitivi nel gioco. Come pochi altri giochi, “When I Dream” garantisce tantissimo intrattenimento ma amche un genuino mettersi alla prova per tutti i giocatori, e può occupare una porzione piuttosto lunga di serata: è in definitiva un gioco che consiglio assolutamente di inserire nella propria ludoteca personale.

GIOCO DIVERTENTE: SI
GIOCO IMPEGNATIVO: SI, SERVE UN PO’ DI RAGIONAMENTO
GIOCO FRUIBILE IN TANTI: SI
GIOCO FRUIBILE IN POCHI: NO

CLICCA QUI PER LEGGERE LA RECENSIONE DI UN ALTRO GIOCO DA TAVOLO, COLORETTO

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here