Von der Leyen dal Papa: garantire vaccini ai Paesi poveri

Von der Leyen in udienza dal Papa.

0
535
Von der Leyen dal Papa

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, dal Papa, in Città del Vaticano per discutere di migrazione e di cambiamenti climatici. Ma anche della necessità urgente di garantire, un equo accesso ai vaccini. Anche alla popolazione dei Paesi a basso reddito.

Von der Leyen dal Papa: di cosa hanno discusso?

Nell’udienza con il Pontefice la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen ha parlato di Chiesa e comunità. Nonchè di migrazione, di cambiamenti climatici. E delle conseguenze sociali della pandemia. Ma soprattutto della necessità di garantire la fornitura dei vaccini ai Paesi Poveri del mondo. “Nessuno potrà considerarsi al sicuro finché tutti non avranno accesso a un vaccino efficace e a prezzi accessibili”. Ha dichiarato la von der Leyen.


Leggi anche – I video del Papa: i suoi messaggi sono sempre più virali


L’Unione Europea condivide gli appelli del Papa

Dunque dall’inizio della pandemia i profitti realizzati grazie al monopolio sui brevetti hanno reso miliardari a ben 9 manager e investitori dei colossi farmaceutici. Questi difatti detengono una ricchezza netta di 19,3 miliardi di dollari. Sufficienti a vaccinare 1,3 volte l’intera popolazione nelle aree più povere. Purtroppo però, ad oggi questi Paesi hanno ricevuto appena lo 0,2% della fornitura globale di vaccini. Mentre nazioni come India e Nepal sono devastate dalla diffusione del virus. Ed è proprio in occasione del Global Health Summit che si è discusso il tema della revisione dell’attuale sistema. Che tutela la proprietà intellettuale su vaccini. Terapie e diagnostica. Tuttavia l’Unione europea, accogliendo l’appello lanciato da Papa Francesco si è impegnata a sua volta a fornire gratuitamente 100 milioni di dosi di vaccino anti Covid a Covax. 

Von der Leyen dal Papa e si discute anche di cambiamenti climatici

Nel corso del colloquio inoltre, si è fatto riferimento a temi di comune interesse. Quali i recenti sviluppi in Medio Oriente. Nonchè al Green Deal. Il piano volto a contrastare i cambiamenti climatici. Con il quale l’Unione Europea intende raggiungere la neutralità climatica e la riduzione di emissioni di gas serra entro il 2030. Per conseguire questo obiettivo l’UE fornirà sostegno finanziario ai soggetti per il passaggio all’economia verde.