Von der Leyen contro le discriminazioni: no a violenza e omofobia

In arrivo una norma UE contro la violenza sulle donne e i crimini d'odio contro le persone LGBT.

0
244
Von der Leyen contro le discriminazioni
epa08690143 European Commission President Ursula Von Der Leyen gives a statement on New Pact for Migration and Asylum at the European Commission in Brussels, Belgium, 23 September 2020. EPA/STEPHANIE LECOCQ / POOL

Ancora una volta, Ursulra Von Der Leyen si schiera contro le discriminazioni. In occasione della Giornata Internazionale delle Donne, la presidente della Commiossione Ue aveva annunciato una legislazione per combattere la violenza di genere. Oggi, parla di estendere la politica ai crimini d’odio contro le persone LGBT.

Ursula Von der Leyen contro le discriminazioni: cosa ha dichiarato?

Lo scorso marzo, Ursula Von der Leyen si è espressa in modo deciso contro le discriminazioni. “Dobbiamo mettere le donne al centro di tutte le nostre politiche. Entro la fine dell’anno proporremo una nuova legislazione per combattere la violenza contro le donne”. Non solo: ha anche affermato che “le donne devono essere al centro della ripresa”. Il cambiamento partito dal delicato periodo in cui troviamo, dunque, dovrebbe ripartire proprio dalle donne, cominciando da un maggior inserimento sul mercato del lavoro.

Ancora a maggio, in un videomessaggio su Twitter, Ursula Von der Leyen ha dichiarato: “L’UE deve inviare un segnale forte: che la violenza contro le donne e le ragazze è inaccettabile. E che la violenza domestica non è una questione privata”. Rammentando la Convenzione di Instanbul sulla prevenzione e la lotta alla violenza contro le donne e alla violenza domestica, ha fatto notare come molti paesi dell’Unione non abbiano ratificato la Convenzione, e come altri stiano pensando di uscirne. “Questo è inaccettabile. La violenza contro le donne è un crimine e come tale deve essere punito”.

La norma UE contro l’omofobia

Adesso, Von der Leyen amplia la sua politica contro le discriminazioni, comprendendo la comunità LGBT. Entro il 2021, ha dichiarato, l’esecutivo UE presenterà una legislazione contro la violenza sulle donne e i crimini d’odio contro le persone appartenenti alla comunità LGBT. “Il ritmo del progresso è troppo lento” ha dichiarato. “Presenteremo una legislazione entro la fine dell’anno. Una legge per combattere la violenza sulle donne. E proporremo di aggiungere tutte le forme di cirmine d’odio contro le persone LGBT”.

LEGGI ANCHE: Von Der Leyen: dare potere alle donne