Ad ottobre la gloria in Supercoppa, a metà novembre la prima sconfitta. Cade all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche l’imbattibilità in Superlega della Sir Safety Conad Perugia sconfitta in poco meno di un’ora e mezza dai campioni d’Italia della Cucine Lube Civitanova 3-0 (28-26, 25-15, 25-21). Quel palazzetto che aveva regalato a Zaytsev e compagni il sorriso con la conquista del primo trofeo stagionale, oggi lascia spazio alla prima delusione.

Prova superba della Lube che conferma l’ottimo momento che sta attraversando dopo la scottante, ma significativa, sconfitta di Latina. Da quella gara i ragazzi di Medei non hanno più fallito (7 vittorie consecutive) e questo successo amplifica le certezze e le motivazioni proiettando la formazione campione d’Italia, sul gradino più alto della classifica a 26 punti (+2 su Perugia) seppur con una partita in più.

I cucinieri son bravi a trovare la chiave del successo principalmente dai 9 metri, tenendo lontano dalla rete la regia di De Cecco. Perugia paga a caro prezzo questo fattore, non riuscendo a concretizzare al meglio le proprie trame offensive (41% d’efficacia). Basti pensare che il solo Atanasijevic è riuscito ad andare in doppia cifra con 12 punti, mentre sfocata è stata la prova dell’ex Zaytsev autore di soli 4 punti ed un umiliante 22% offensivo.

Le due squadre si incontreranno nuovamente il 3 dicembre, al PalaEvangelisti di Perugia, per la gara d’esordio della Pool A di CEV Champion League.

La partita – Per il big match coach Medei decide di affidarsi al medesimo sestetto con il quale ha battutto Ravenna: Christenson-Sokolov in diagonale, Juantorena e Sander in banda con al centro Cester e Candellero e libero Grebennikov. Bernardi controbatte con De Cesso e Atanasjevic nella diagonale palleggiatore-opposto, Zaytsev e Russell in posto 4, centrali Podrascanin e Anzani con Colaci nel ruolo di libero.

Il match debutta sotto il segno dell’equilibrio dove solo gli episodi possono decidere chi lo porterà a casa. Infatti diventa cruciale il fattore “servizio”. Entrambe le squadre forzano molto dai 9 metri incappando logicamente in molti errori (8 Lube e 6 Perugia) ma è proprio da tale distanza che i campioni d’Italia riescono a trovare il primo break con l’ace di Sokolov (5-3). Dall’altra parte della rete contraccambia il favore Zaytsev che pareggia i conti sull’8-8 e sempre un’ace di Christenson ristabilisce il +2 Lube sul 10-8. Vantaggio che i cucinieri gestiscono al meglio trovando anche il +4 sul 22-18 con il muro di Sokolov. Sembra fatto oramai per i padroni di casa, ma la reazione perugina arriva tempestivamente. Prima De Cecco e poi Podrascanin restituiscono al mittente i proprio attacchi con due splendidi muri valevoli il 24-24. Ai vantaggi è botta e risposta sino al 28-26 giunto da un attacco out di Atanasijevic.

Contrariamente al primo parziale, il secondo è a senso unico a favore dei cucinieri. La Lube infatti, prende sin da subito il largo con l’ace di Juantorena valevole il 4-2. Decisivi sono i turni al servizio dello stesso Osmany e di Cester, che mettono in difficoltà la ricezione perugina ridotta al 26% (11% prf) e consentono a Sokolov di siglare il 10-3. Un vantaggio piuttosto rassicurante che Civitanova non si lascia sfuggire di mano sino ad annichilire la Sir 25-15 dopo un errore al servizio del subentrato Dellalunga.

Attacco di Taylor Sander, MVP del match con 13 punti

Nel terzo set entrano in gioco i nervi. Perugia è chiamata a reagire, invece la Lube e reggere pressione e chiudere quanto prima il match, sostenuta anche dalla spinta del tifo biancorosso che rende l’Eurosuole Forum una bolgia. I Block Devils partono bene con il muro di Anzani (2-4) subito annullato da un Sander in grande spolvero (MVP con 13 punti, 57%). Ancora una volta è decisivo il muro di Sokolov a consegnare il primo break ai cucinieri sull’11-9, prontamente cancellato dal solito Anzani. La Lube cala la propria intensità dai 9 metri, mentre Perugia alza le proprie percentuali ricettive trovando così un importante 16-18. Coach Medei non vuol farsi sfuggire la gara di mano e, al primo momento di difficoltà, chiama a sé i propri giocatori rispedendoli in campo con le motivazioni adeguate per concludere al meglio e portare a casa i tanto agognati 3 punti. Al rientro la Lube assesta un parziale di 5-0 (21-18) che taglia le gambe ai Block Devils. Solo un servizio terminato out di Juantorena può frenare momentaneamente la corsa dei cucinieri. È solo questione di attimi. Sokolov mette sulla retta via i suoi prima del potentissimo attacco di Sander che trova le mani del muro prima di perdersi sul fondo. Punto del 25-21, nonché del 3-0 che condanna Perugia alla prima sconfitta stagionale e proietta la Lube ad un solo punto dagli umbri, nonostante abbiano disputato una gara in più.

 

Tabellino

Cucina Lube Civitanova: Sokolov 11, Candellaro 6, Sander 13, Marchisio ne, Juantorena 13, Casadei ne, Stankovic ne, Kovar ne, Grebennikov (L), Christenson 4, Cester 4, Milan ne, Zhukouski ne. All. Medei

Sir Safety Conad Perugia: Ricci ne, Cesarini (L2), Shaw 0, Russell 5, Zaytsev 4, Della Lunga 1, Siirila ne, Berger 0, Colaci (L), Atanasijevic 12, De Cecco 1, Andric 0, Anzani 7, Podrascanin 4. All. Bernardi

ARBITRI: Simbari – Sobrero

PARZIALI: 28-24 (34’), 25-15 (23’), 25-21 (27’)

NOTE: Spettatori 4121; Incasso: €57546 . Civitanova: bs 19, ace 7, muri 3, ricezione 72% (48% perf.), attacco 59%, errori 7. Perugia bs 17, ace 3, muri 5, ricezione 38% (17% perf.), attacco 41%, errori 9.

 

Le parole dei protagonisti dopo gara

Giampaolo Medei: “La cosa più importante erano i tre punti e averli ottenuti contro un avversario molto forte, questo conta per la consapevolezza dei nostri mezzi e per il processo di crescita che stiamo dimostrando nelle ultime partite. Si può sempre migliorare, ci sono state alcune fasi dove abbiamo sbagliato parecchio in battuta, un fondamentale che però ci ha dato una bella spinta: dobbiamo trovare più continuità. Ci sono avversario forti in questa stagione, lo sappiamo, ma abbiamo dimostrato di esserci fino in fondo e andiamo avanti così. Ora una settimana senza impegni in mezzi, in cui la squadra finalmente potrà un po’ riposare”.

Taylor Sander: “Sono molto contento di questa bella vittoria, ottenuta con grinta e tenacia: adesso due giorni di riposo importanti anche per ricaricarci. E’ stato stupendo giocare in un palas così pieno di tifosi che ci hanno sostenuto dall’inizio alla fine. Mercoledì torneremo al lavoro e a quel punto inizieremo a pensare al prossimo impegno, la trasferta di Verona”.

Jenia Grebennikov: “Una bella giornata però, credo che abbiamo messo in campo una buona pallavolo: possiamo migliorare ancora ma sono felice per la vittoria di stasera. Stasera Perugia non è stata incisiva come al solito al servizio, ma noi in battuta, muro e difesa abbiamo giocato molto bene. Ripeto, però, che possiamo crescere ancora e fare di più”.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here