Volley, Superlega al giro di boa: Perugia chiude in testa, Civitanova e Modena cadono e inseguono

0
156

SuperLega protagonista in campo nel giorno di Santo Stefano. Al giro di boa del massimo campionato di pallavolo maschile italiano, le luci di natalizie hanno brillato per la capolista Sir Safety Conad Perugia, mentre si son offuscate per le dirette inseguitrici Civitanova, in versione turnover, e Modena in collisione con il suo top player Earvin Ngapeth. Si son confermati in grande spolvero i trentini guidati da Lorenzetti, scalando posizioni in classifica per affrontare una seconda parte di stagione con i gradi di vice campioni d’Italia.

Partiamo proprio dalla nuova capolista Sir Safety Conad Perugia, autrice di una performance maiuscola su un campo difficile come quello della Bunge Ravenna. Guidati dal magico trio Atanasijevic (13), Russell (15) e Zaytsev (10) gli umbri riescono ad imporsi nettamente in tre set (22-25, 16-25, 18-25).

I Block Devils compiono così il controsorpasso sui campioni d’Italia che, a causa di un eccessivo turnover, inciampano in Puglia contro una non irresistibile BCC Castellana Grotte (penultima in classifica) e perdono il primato a favore dei perugini. Medei infatti presenta per la prima titolare una diagonale inedita con Zhukouski e Casadei (Sokolov non al meglio) e il solo Osmany Juantorena (24 punti, nonché top scorer) non può nulla per evitare il ritorno dei padroni di casa nel quarto e nel quinto set trainati dai 22 punti di Djalma Moreira.

La BCC conquista così la seconda vittoria stagionale, ma non si riesce a scrollarsi di dosso la Biosì Indexa Sora. I frusinati cavalcano l’onda positiva e anche loro trovano il secondo successo in Superlega battendo con un sonoro 3-0 la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. I calabresi, a quota 9 punti, sono ora tallonati da Castellana Grotte a quota 7 e dal fanalino di coda Sora a sole tre lunghezze con 6 punti.

Parlando di numeri, il numero due ritorna frequentemente nell’ultima giornata del girone di andata nonché dell’anno solare. Infatti la Revire Milano ritrova finalmente la continuità necessaria per scalare importanti posizioni in classifica battendo Latina 0-3 e posizionarsi a 21 punti alle spalle della Diatec Trentino, anch’essa vincente nel match casalingo contro la Gi Group Monza per 3-1.

Al Pala Panini clamorosamente crolla l’Azimut Modena contro Nelli (23 punti) e Randazzo (22) che fanno le gioie della Kioene Padova, perdendo tre punti preziosissimi dalla capolista Perugia (33 a 30 il distacco). I patavini volano allora a quota 23 punti, occupando la quinta piazza della graduatoria.

127’ di spettacolo invece al PalaBanca di Piacenza, in cui i padroni di casa cedono solo al tie break alla Calzedonia Verona. Dai 9 metri gli scaligeri fanno il bello ed il cattivo tempo, sbagliando tanto (22 errori), ma trovano anche 8 ace decisivi che permettono loro di staccare nel punteggio i piacentini. Maiuscola la performance di Stern con i suoi 23 punti, mentre dall’altra parte non basta l’esperienza del super tridente capeggiato dai 16 punti di Fei, seguiti dai 15 di un ritrovato Parodi e dai 14 di Clevenot.

 

Risultato 13ᵃ giornata
Diatec Trentino – Gi Group Monza 3-1 (19-25, 25-21, 25-14, 25-19)
Azimut Modena – Kioene padova 1-3 (21-25, 25-27, 25-21, 16-25)
Wixo LPR Piacenza – Calzedonia Verona 2-3 (25-22, 16-25, 21-25, 27-245, 8-15)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Biosì Indexa Sora 0-3 (21-25, 19-25, 20-25)
Bunge Ravenna – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (22-25, 16-25, 18-25)
Taiwan Excellence Latina – Revivre Milano 0-3 (18-25, 20-25, 20-25)
BCC Castellana Grotte – Cucine Lube Civitanova 3-2 (15-25, 25-21, 23-25, 245-17, 15-10)

 

CLASSIFICA
Perugia 33, Civitanova 32, Modena 30, Verona 26, Padova 23, Trento 22, Milano 21, Piacenza e Ravenna 20, Monza e Latina 12, Vibo Valentia 9, Castelana Grotte 7, Sora 6.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here