Volley Serie A2 UnipolSai: la gioia di Bucciarelli, specchio del Volley Potentino

 La calma serafica di chi sa che il suo momento nell’arco delle singole gara arriverà e la freddezza di chi è sicuro dei propri mezzi. Il centrale Luca Bucciarelli completa un reparto che sta dando grandi soddisfazioni alla GoldenPlast Potenza Picena. Non solo per l’abilità a muro di Omar Biglino, Lorenzo Codarin e lo stesso “Buccia”, come lo chiamano i compagni, ma anche per l’apporto dai 9 metri e l’impatto nelle dinamiche del gioco a rete.

Il tecnico Adriano Di Pinto ha la piena padronanza del gruppo e lo dimostra azzeccando ogni mossa e dando fiducia a tutti i suoi atleti. L’allenatore è agevolato dal mix di impegno e concentrazione dei suoi uomini nella fase cruciale della stagione, frutto di un lavoro mirato, dei benefici dell’esperimento Moovex, dell’affiatamento con l’ambiente, la spinta dei tifosi e la voglia di mostrare il valore di un roster di giovani talenti per restare in A2. Sabato 22 aprile, alle 20.30 il sestetto marchigiano potrebbe già agguantare la salvezza.

Nel giorno di Pasqua è arrivata la terza vittoria di fila in campionato, la seconda consecutiva nei Play Out con la Aurispa Alessano e la quarta in stagione su quattro incroci con i salentini. Numeri che invitano all’ottimismo, ma i veterani biancazzurri sanno che è vietato allentare la tensione contro organici di valore come quello pugliese. Ecco allora che tutti al Volley Potentino mettono in primo piano il rispetto dei rivali e della loro forza. Questo atteggiamento può essere la chiave per fare centro e rimanere nel volley di Serie A.

Ecco le dichiarazioni del centrale Luca Bucciarelli: “Vedere che il duro lavoro porta a risultati vincenti è un grande stimolo. E’ il momento più importante della stagione e siamo riusciti a trovare la continuità che cercavamo, ma guai a pensare di aver chiuso la pratica. Il rispetto degli avversari viene prima di tutto e noi a Tricase ce la vedremo con la stessa squadra che ha fatto bene nella Pool Salvezza, quindi non possiamo concederci pause e nemmeno scendere in campo con presunzione. Abbiamo sempre sentito la fiducia del nostro tecnico e questo ci ha permesso di crescere. Sono felice di aver contribuito alla vittoria di domenica. I compagni si sono comportati egregiamente e, quando sono entrato, anche io ho fatto del mio meglio levandomi pure la soddisfazione della serie finale al servizio. Sabato in Salento daremo il massimo”.

Condividi e seguici nei social

Gregorio Scaglioli

Caporedattore sport, appassionato di calcio e di tutto ciò che ruota attorno

Gregorio Scaglioli has 604 posts and counting. See all posts by Gregorio Scaglioli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook