La GoldenPlast Potenza Picena è tornata ieri in Italia dopo la tournée in Tunisia, ospite del club Espérance Sportive de Tunis. Il sodalizio che ha invitato i biancazzurri per un doppio confronto gode di un largo seguito tra gli sportivi nordafricani per i brillanti risultati su campo e per il legame a doppia mandata con una squadra di calcio e un team di pallamano dal prestigioso palmares, gestiti dalla medesima polisportiva. Un colosso del mondo sportivo testimoniato dagli oltre 900 mila fan della pagina ufficiale su Facebook.

Vista la permanenza in Italia del tecnico Adriano Di Pinto per motivi di famiglia e la mancata partenza dello schiacciatore Enrico Lazzaretto, alle prese con la fisioterapia per tornare al top nello sprint finale di stagione, il sestetto marchigiano è stato guidato dal secondo allenatore Luca Martinelli ed è sceso in campo martedì e lunedì nel palazzetto Salle Mohamed Zouaoui di Tunisi, l’impianto che da venerdì ospiterà la Coppa d’Africa.

Il capitano Marco Visentin e i suoi compagni si sono così misurati con avversari di prima fascia. I potentini hanno tenuto testa ai padroni di casa in gran parte dei set disputati, ma il sestetto tunisino, acclamato per tutta la durata delle partite da un notevole gruppo di tifosi euforici sugli spalti, è riuscito a emergere alla distanza e a dire l’ultima parola, anche con rimonte nel cuore dei parziali. Lunedì l’Espérance Sportive ha vinto 3-0 (25-16, 25-20 e 25-20), ieri il risultato è stato analogo ma dopo il giro a vuoto del primo set (25-14) il Volley Potentino è riuscito a giocare alla pari le fasi successive di gioco cedendo solo nel finale sia nel secondo set (25-23) che nel terzo (25-21). Un ottimo banco di prova in attesa della sfida casalinga di sabato 18 marzo all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche contro gli ex biancazzurri, l’opposto Federico Moretti e l’alzatore Nicola Cecato, ora alla Videx.

Tra i più determinati nei due test tunisini il libero Cesare Casulli: “Al di là del risultato sul campo, che poco importava, il bilancio del nostro blitz in Tunisia è positivo. Il gruppo è sempre più unito, abbiamo visto posti bellissimi e ci siamo messi alla prova contro una formazione che gioca una buona pallavolo. Un organico paragonabile ai più forti del nostro campionato, con ottimi attaccanti e un centrale insidiosissimo. Gli avversari sono stati più precisi e aggressivi, soprattutto al servizio. Noi, come a volte è già capitato quest’anno, non abbiamo trovato la continuità necessaria per portare a casa il risultato, ma di sicuro ci siamo preparati bene per il derby. L’Espérance Sportive de Tunis è rimasta soddisfatta del test, anche perché a volte nelle competizioni ufficiali surclassa i rivali con parziali imbarazzanti, mentre con noi c’è stata partita vera. Poi, alla distanza, è emersa la superiorità del team locale”.

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here