Si conclude anche la seconda giornata di pallavolo Serie A2 maschile. È ancora troppo presto per effettuare bilanci, con squadre che hanno rivoluzionato completamente le loro rose rispetto allo scorso anno ed alcune che hanno disputato appena una gara avendo rispettato il loro turno di riposo. Due giornate però, sono sufficienti per iniziare a tracciare il quadro di ciò che andremo ad assistere nel corso della lunghissima stagione della serie cadetta di volley maschile.

GIRONE BIANCO 

Al comando troviamo a pari merito con 5 punti la Goldenplast Potenza Picena e la Sigma Aversa. La formazione marchigiana, dopo i tre punti conquistati in trasferta nella gara d’apertura, riesce ad ottenere un’altra vittoria, questa volta al tie break, nel suo esordio casalingo contro la matricola Kemal Lamipel Santa Croce. Un match all’insegna dell’equilibrio, quello disputato da entrambe le formazioni per oltre 2 ore all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche, in cui i rispettivi coach hanno potuto contare sui loro terminali offensivi,  Bisi (23 punti) per i potentini ed il brasiliano Da Silva (24 punti top scorer) per i “Lupi”. Un equilibrio che si interrompe quando gli ospiti calano in ricezione, di conseguenza anche l’efficacia offensiva e ne approfittano Monopoli e compagni per portare a casa i due importantissimi punti. Santa Croce è costretta ad accontentarsi del punto conquistato in trasferta e del terzo posto proprio dietro i loro avversari di giornata.

Come accennato, bene anche la Sigma Aversa che, al contrario dei marchigiani, agguanta i tre punti proprio in questa giornata trainata dal neo acquisto bulgaro Simonov (21 punti per lui) e da una fase a muro imperiosa (17 muri contro 7). A pagare dazio è il fanalino di coda Materdominivolley.it Castellana Grotte, unica formazione ancora a secco di punti.

Fa un balzo in avanti l’Aurispa Alessano di coach Tofoli nel match interno contro Messaggerie Bacco Catania. Non bastano i 21 punti del cileno Bonacic ai siciliani, per passare indenni in terra salentina. Troppi gli errori dal servizio (21) e troppa poca sostanza a muro (solo 5). I salentini dal canto loro, trovano il primo sorriso stagionale con un’ottima prova di Culafic (23 punti con il 50% e 3 ace) ed un cinico Lazzaretto da 16 punti con il 64% d’efficacia.

Trova i primi tre punti stagionali anche la Videx Grottazzolina, nel match casalingo contro la Conad Reggio Emilia. Dopo un primo set tirato sino ai vantaggi, non c’è mai stata gara in terra marchigiana ed i parziali ne sono la conferma. 26-24, 25-11, 25-21.

Avendo rispettato il turno di riposo previsto dal calendario, fa il debutto nel Girone Bianco anche l’Emma Villas Siena. Vince al tie-break nel derby esterno tutto toscano contro la matricola Acqua Fonteviva Massa. Una formazione senese che agguanta sì i suoi primi 2 punti stagionali, ma ha tutte le carte in regola per essere una delle protagoniste alla lotta promozione. Massa invece, conquista  il suo primo punto stagionale, collezionando però, la seconda sconfitta.

Ha rispettato il proprio turno di riposo la Ceramica Scarabeo GCF Roma, dopo l’esordio casalingo vincente tra le mura amiche contro i salentini dell’Aurispa Alessano.

CLASSIFICA

Aversa, Potenza Picena 5; Santa Croce, Alessano 4; Grottazzolina, Catania 3; Siena, Roma 2; Massa, Reggio Emilia 1; Castella Grotte 0.

 

GIRONE BLU

Contrariamente al Girone Bianco, in quello Blu non ci sono turni di riposo da rispettare e dopo ben due giornate ci sono già importanti situazioni da sottolineare.

Il primo verdetto è palese osservando la classifica spaccata in due. Da un lato ci sono quattro squadre pronte a spiccare il volo, dall’altro altre quattro ancora bloccate a 0 punti, con il Club Italia che non fa testo ed una sola formazione, Lagonegro, con 1 punto.

In testa a vele spiegate troviamo la finalista playoff dello scorso anno, ovvero la Monini Spoleto che annichilisce in soli tre set proprio il sestetto lucano. Centra così la seconda vittoria consecutiva senza troppa fatica grazie ad un 68% d’efficacia offensiva ed un Giannotti da 14 punti. Da sottolineare la cinicità del centrale Zamagni: 100% d’efficacia con 7 attacchi tutti a segno.

In testa a quota 6 punti, a braccetto con la formazione di coach Provvedi, troviamo anche la sorprendente neo promossa Gioiella Micromilk Gioia del Colle e la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania. Entrambe vittoriose (3-1) nei loro rispettivi match casalinghi contro le altre due matricole del campionato, Pag Taviano e Mosca Bruno Bolzano. Quest’ultime registrano ancora 0 nel loro tabellino punti.

Così come il Club Italia. I giovanissimi ragazzi di coach Cresta vengono annichiliti da Carminati (15 punti) e compagni. Con questo successo, la Caloni Agnelli Bergamo balza al quarto posto con 5 punti, bissando il successo ottenuto nella prima giornata al quinto set.

Trovano il loro primo successo anche Sieco Service Ortona, ai danni della Pool Libertas Cantù (3-1) e la VBC Mondovì che supera Brescia disputando ed aggiudicandosi un interminabile terzo set, chiuso ai vantaggi 37-35 dopo ben 39’ di gioco. Nel quarto set, sulle ali dell’entusiasmo e con la carica del pubblico, i padroni locali riescono a regalarsi i primi 3 punti stagionale. Assoluto mattatore del match è il veterano classe ‘82 Paoletti, con i suoi 29 punti messi a segno.

CLASSIFICA

Spoleto, Gioia del Colle, Tuscania 6; Bergamo 5; Mondovì, Brescia, Ortona 3; Lagonegro 1; Taviano, Cantù, Bolzano, Club Italia 0.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here