Volley Femminile – Obiettivo Risarcimento Vicenza: si torna alla vittoria. A Caserta avvio difficile delle biancoblù, poi tornate sui loro livelli

0
428

L’Obiettivo Risarcimento torna alla vittoria e lo fa iniziando nel migliore dei modi il girone di ritorno, riuscendo a rimanere in campo con la testa dopo un avvio nel segno delle casertane, che hanno messo in campo tutta la loro voglia di conquistare punti utili per la salvezza. Dopo aver peso il primo set, però, le biancoblu sono riuscite a cambiare marcia e, dopo aver sofferto nel secondo, hanno fatto valere tutta la sua forza e determinazione, con Cella che ha trascinato la squadra sia in ricezione che in attacco.

Per la prima di ritorna l’Obiettivo Risarcimento scende in campo con Cialfi al palleggio in diagonale con Kapturska, Cella e Smirnova in bandam Strobbe e Pastorello al centro, Lanzini libero.

L’avvio è equilibrato, con le padrone di casa che rimangono a galla grazie al muro; un attacco di Kapturska ben smarcata da Cialfi e un errore della Volalto valgono il primo break vicentino, con Kapturska che allunga pe ril +3, al quale però segue un parziale di 6-0 per le padrone di casa che sfruttano un po’ di confusione nella metà campo biancoblu: 12-9. Cella effettua il cambio-palla e Cialfi pareggia a muro, ma è nuovamente -3. Rossetto stoppa il gioco, ma al ritorno in campo Caserta allunga ancora con un ace. Entrano Baggi e Ghisellini per il doppio cambio e con pazienza l’Obiettivo Risarcimento accorcia, portandosi con Smirnova sul 18-17, ma poi salta la ricezione e le padrone di casa riallungano con 2 ace. Pastorello risponde con la stessa arma per il 22-21, ma l’aggancio non riesce e a fare la differenza è ancora la battuta, fondamentale con il quale Caseta chiude alla prima occasione: 25-22.

Rossetto conferma Ghisellini in regia, le padrone di casa continuano con il tren positivo del primo set e si portano subito sul 4-1, ma la reazione delle biancoblu è repentina e Kapturska pareggia con il servizio sul quinto punto, ma la correlazione muro-difesa non funziona a dovere e la Volalto va alla sospensione tecnica con 4 punti di vantaggio. Al ritorno in campo due attacchi di Kapturska, un muro di Pastorello e una pipe di Cella valgono la parità, poco dopo le vicentine riescono a mettere per la prima volta la testa avanti, cosa che carica la squadra, che inizia a giocare con maggiore convinzione. Cella firma il primo doppio vantaggio sul 15-17, le padrone di casa tentano il recupero, ma Smirnova carica il braccio per il 19-23 e alla seconda occasione Cella porta la situazione set in parità: 21-25.

L’avvio del terzo parziale è equilibrato, con Caserta che prova l’allungo con un ace con l’aiuto del nastro sull’8-6, ma le biancoblu rispondono con l’8-12 sfruttando bene il turno al servizio di Strobbe e caricandosi con gli attacchi di Smirnova e Kapturska e il muro di Ghisellini. Smirnova e Strobbe allungano ancora, Cella mette in difficoltà la ricezione avversaria e biancoblu macinano punti allungando fino al 13-22. Ci pensa Smirnova con una diagonale dentro i tre metri e un muro a chiudere sul 16-25.

Il primo break del quarto set è della Volalto, che sfrutta due errori dell’Obiettivo Risarcimento per portarsi sul 6-4, ma Smirnova in attacco e Strobbe a muro ribaltano (6-7). Si prosegue in equilibrio fino al decimo punto, poi entra Fiori in seconda linea e il suo servizio regala a Cella il rigore che manda le squadre al time out tecnico sul 10-12, dando la scossa delle biancoblu che incrementano il proprio vantaggio azione dopo azione, con Strobbe che firma il 13-18. Gli scambi tornano ad essere lunghi, con Caserta che che è consapevole di essere ormai all’ultima spiaggia e tira fuori tutto quel che ha, ma le biancoblu sono altrettanto intenzionate a chiudere presto la partita, stringo i denti e con pazienza rigiocano. Pastorello a muro conquista la prima palla set e Kapturska chiude set e partita: 18-25.

“E’ stata una vittoria sofferta ma voluta con il cuore – ha commentato coach Rossetto a fine gara – Caserta non merita certamente l’ultimo posto”.

Mercoledì l’Obiettivo Risarcimento sarà nuovamente in campo per la gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa Italia, l’appuntamento è alle 20.30 al Palasport di Vicenza. Per quanto riguarda il campionato, invece, le biancoblu ospiteranno domenica la vice-capolista Monza.

Volalto Caserta – Obiettivo Risarcimento Vicenza 1-3 (25-22, 21-25, 16-25. 18-25) Volalto: Boriassi ne, Percan 22, Martinuzzo 10, Gabbiadini 4, Perata ne, Barone (L1), De Lellis, Armonia, Rocchi (L2), Gagliardi ne, Rispoli ne, Torchia 7,Soraia 21. All. Giandomenico
Obiettivo Risarcimento: Strobbe 10, Cialfi 1, Lanzini (L), Kapturska 17, Cella 18, Baggi, Fiori (L), Smirnova 21, Pastorello 7, Ghisellini 1, Fronza ne. All. Rossetto
Arbitri: Bartoletti di Roma e Moratti di Frosinone

Commenti