Vittorio Sgarbi sindaco di Roma?

"La Raggi è la più grave calamità dai tempi di Nerone"

0
621

In lizza per la corsa a sindaco della Capitale arriva, dopo il silenzio del centro destra, lo storico e critico d’arte Vittorio Sgarbi. L’attuale deputato alla Camera esce allo scoperto e rende noto il secondo nome del candidato a sindaco della Capitale. Correrà con il simbolo di “Rinascimento“, il movimento da lui fondato nel 2017. Nell’ultima tornata elettorale in Valle D’Aosta, il suo partito ha raggiunto il 5%, riuscendo ad arrivare al ballottaggio.

Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma

“Abbiamo fatto bene già in molte parti d’Italia, non si cambia”. Sono le parole di Sgarbi appena comunica la sua candidatura a sindaco con la lista “Rinascimento”. Oltre al partito da lui fondato correranno al fianco di Vittorio Sgarbi anche il “No euro-Italia Libera“. Il movimento è guidato da Gian Luca Proietti Troppi. Proprio con lui Sgarbi hanno recentemente promosso la raccolta firme per il referendum e l’uscita dell’Italia dall’Europa. A questi si aggiungerà la folta schiera di associazioni, comitati e movimenti civici.

Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma: “Il colpo di scena sarebbe allearsi con Carlo Calenda”

Non si esclude che la strada di Carlo Calenda si incroci con quella di Vittorio Sgarbi nelle prossime elezioni comunali del 2021. “Carlo Calenda sì, il colpo di scena sarebbe allearsi con lui. La sua candidatura potrebbe spiazzare il centro sinistra, così come la mia il centro destra”. E non esclude che in futuro “potrebbe nascere anche un’area politica che oggi non c’è”. Il critico d’arte ci preannuncia dei futuri colpi di scena politici.

Sgarbi: “La Raggi è la più grave calamità dai tempi di Nerone”

L’attuale sindaco di Sutri e deputato alla Camera commenta il mandato della sindaca Virginia Raggi. E come è solito fare ci va giù senza mezzi termini. “La sindaca Raggi passerà alla storia come la più grave calamità dai tempi di Nerone. C’è da ricostruire una città e ridare la dignità alla Capitale”. Maggiori dettagli saranno presentati nella conferenza stampa di mercoledì 14 Ottobre a Roma.

La collezione di cariche politiche

In principio fu sindaco di San Severino nella città storica delle Marche, in provincia di Macerata. Poi è stata la volta di Salemi, in provincia di Trapani ed ora di Sutri, in provincia di Viterbo. Dopo la carica di Prosindaco di Urbino e di parlamentare in Senato in diverse legislature, Sgarbi è pronto per una nuova battaglia. Questa volta la sfida sarà molto ambiziosa, in palio ci sarà la conquista di Roma capitale. Sgarbi sarà sindaco?

Commenti