Vitamina D: i segni della carenza nel corpo umano

Si stima che circa metà della popolazione mondiale è carente di vitamina D ed è fondamentale per il funzionamento di tutto il corpo.

0
369
Vitamina D

La ricerca rileva che stanchezza e muscoli deboli possono essere un segno di carenza di vitamina D.

Di conseguenza, gli scienziati, hanno scoperto che le persone con bassi livelli di tale vitamina possiedono il doppio del rischio di presentare futuri problemi di mobilità.

Altri segni di carenza di vitamina D includono: scarso sonno, sintomi di depressione e mal di testa.

Si pensa che la vitamina abbia un ruolo nella regolazione della serotonina. Un neurotrasmettitore importante per l’umore.

Uno studio sulla carenza di vitamina D

Le conclusioni sui problemi di mobilità provengono da uno studio su 2100 persone di età compresa, tra 70 e 79 anni i cui livelli di tale vitamina sono misurati.

La dott.ssa Denise Houston, la prima autrice dello studio, ha spiegato i risultati. ” Abbiamo osservato un aumento del 30% circa del rischio di limitazione della mobilità per gli adulti più anziani con bassi livelli di vitamina D. E un rischio quasi doppio di disabilità motoria”.

Questa vitamina è vitale per la funzione muscolare. Bassi livelli sono collegati a malattie tra cui ipertensione, diabete e malattie cardiovascolari.

Il dottor Houston ha detto: ” potrebbero essere necessarie quantità più elevate per preservare la forza muscolare e la funzione fisica. Tuttavia, sono necessari studi clinici per determinare se l’aumento dei livelli di questa vitamina attraverso la dieta o gli integratori ha un effetto sulla funzione fisica.

Da ottobre a marzo molte persone nei climi settentrionali non ricevono abbastanza vitamina D. Essa si trova nei pesci grassi, nei tuorli d’uovo, nei cereali con aggiunta di integratori e in alcuni tipi di margarina. Si ottiene anche dall’esposizione solare.

La maggior parte delle persone ha bisogno di circa 10 microgrammi al giorno, che possono anche essere ottenuti da integratori.

La vitamina D aumenta la densità minerale delle ossa e aiuta la funzione neuromuscolare, oltre a ridurre il rischio di fratture.

Commenti