Visto USA: dall’11 novembre la Polonia sarà esente

0
305
Visto Stati Uniti: cosa cambia per la Polonia.

Importante svolta per tutti i cittadini polacchi che intendono mettersi in viaggio per gli Stati Uniti. Infatti dall’11 novembre non sarà più necessario munirsi dell’apposito visto USA riguardante il soggiorno nel Paese a stelle e strisce per motivi turistici o di lavoro. In alternativa, si dovrà inviare semplicemente online una domanda di autorizzazione (ESTA) che risulta non solo più accessibile ma anche più economica.

La novità è stata annunciata dal Presidente della Repubblica polacca Andrzej Duda, il quale ha comunicato pubblicamente di aver appreso dall’ambasciatore che Washington ha deciso di inserire la Polonia nella lista degli Stati esentati dal visto USA per i viaggi. Dunque, come riportato dalla massima carica dello Stato, per recarsi negli States per un limite massimo di 90 giorni, non ci sarà più bisogno di effettuare tutte le pratiche previste per il complesso rilascio dell’autorizzazione all’ingresso. Nel corso della giornata è arrivata anche la conferma dal Dipartimento della Sicurezza Nazionale americano.

Visto USA non sarà più obbligatorio per i polacchi.

L’esenzione è stata concessa perché proprio quest’anno, per la prima volta, la percentuale di rifiuti della concessione del visto USA nei confronti dei polacchi è scesa al di sotto del 3%. Siccome la norma statunitense prevede che per i dati inferiori a questa soglia possa scattare l’annullamento dell’obbligo del possesso del documento per soggiornare in America, automaticamente grazie al 2,8% fatto segnare a settembre 2019, la Polonia è stata di diritto inserita tra i Paesi esenti.

Visto USA: quali sono le regole e come richiederlo

Quando si parla di trasvolate oceaniche verso gli Stati Uniti, spesso si fa un po’ di confusione sulla normativa riguardante la concessione dei visti. Innanzitutto, è bene precisare che questo documento è necessario solo se s’intende fermarsi in America per più di 90 giorni. Invece, quando si tratta di un periodo di permanenza inferiore a questo lasso di tempo, si deve accedere al Visa Waiver Program, inviando un’apposita istanza all’ESTA (Electronic System for Travel Authorization).

In questo caso il richiedente deve compilare un modulo disponibile sul web almeno 72 ore prima della partenza. Ovviamente, per poter accedere negli USA, si deve attendere che arrivi il permesso d’ingresso dalle autorità preposte. Il costo dell’intera operazione dovrebbe aggirarsi intorno ai 14 dollari, e l’autorizzazione ha una durata di due anni.

Come ottenere il VISA degli Stati Uniti.

Diversa, invece, è la procedura se s’intende fermarsi negli Stati Uniti per più di 90 giorni per ragioni di lavoro, di studio o per turismo. In questo caso bisogna munirsi di un vero e proprio visto USA B2. Di solito, dopo aver inviato la pratica all’Ambasciata o al Consolato americano, si riceve una risposta entro due mesi. La prassi prevede anche che i richiedenti di età compresa tra i 14 e i 79 anni si presentino presso un Consolato statunitense per sottoporsi ad un’intervista prima che il permesso venga concesso o meno.

Come ottenere un visto per gli Stati Uniti

Il costo di tutto il processo di richiesta del visto USA va da un minimo di 160 dollari circa ad un tetto massimo che sfiora i 265 dollari. La durata è quella che verrà indicata sul documento. Nonostante ciò, al momento dell’ingresso negli States, l’ufficiale di dogana ha anche la facoltà di porre delle domande allo straniero e, a seconda delle risposte, può anche decidere di ridurre il tempo di permanenza riconosciuto inizialmente. Invece, se durante un secondo viaggio si dovessero riscontrare delle irregolarità, allora le autorità provvederebbero al pronto rimpatrio della persona segnalata con il primo volo disponibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here