Virgin Galactic: comincia l’era del turismo spaziale

0
640
Virgin Galactic::

Il nuovo spazioplano di Virgin Galactic completa il suo terzo volo senza intoppi.

Virgin Galactic: com’è andato il collaudo?

È il 22 maggio quando il VSS Unity, uno dei modelli SpaceShipTwo di Virgin Galactic, lascia lo spazioporto americano nel New Mexico. La nave madre VMS Eve porta VSS Unity in quota, che poi lo rilascia. Lo spazioplano raggiunge una velocità di Mach 3 e un’altitudine di 55.45 miglia, quindi torna sulla Terra ed atterra allo Spaceport America. Virgin Galactic condivide un video che mostra lo spazioplano mentre guadagna quota. Lo si può vedere mentre si solleva sopra l’atmosfera terrestre. “Silence in space”, dice uno dei due piloti. Il velivolo, sospeso sul nostro pianeta, rivolge la sua telecamera verso il Sole. La nostra stella appare come un enorme esplosione bianca.

Virgin Galactic: un altro passo in avanti

Questa è la prima volta che un volo spaziale con equipaggio decolla dallo spazioporto del New Mexico. “Quindici anni fa, il New Mexico ha intrapreso un viaggio per creare il primo spazioporto commerciale al mondo”, dice Sir Richard Branson, fondatore di Virgin. ”Oggi abbiamo lanciato il primo volo spaziale umano da quello stesso luogo, segnando un traguardo importante sia per Virgin Galactic che per il New Mexico”. Branson si dice “orgoglioso del team per il duro e grato al popolo del New Mexico, risoluto nel suo impegno nei voli spaziali commerciali sin dal primo giorno. La loro fede e il loro sostegno hanno reso possibile un traguardo storico”.

L’era del turismo spaziale

Il precedente volo di prova del VSS Unity non andò bene. Il velivolo raggiunse lo spazio e i motori si spensero. Nessuno rimase ferito e il velivolo atterrò in sicurezza, ma l’incidente sollevò dubbi sulla sicurezza dei passeggeri. Questo terzo volo di prova rimette in gioco tutto quanto detto e previsto da Virgin. L’era del turismo spaziale è dietro l’angolo.