Violenza contro il governo: per un americano su tre è giustificata

0
532
Trump accusato di “inosservanza del dovere”

Un nuovo sondaggio ha mostrato che per un americano su tre la violenza contro il governo è giustificata. La percentuale di persone che afferma che la violenza contro il governo è giustificata è cresciuta negli ultimi anni.

Violenza contro il governo: per gli americani è giustificata?

Un sondaggio della Washington Post-University of Maryland pubblicato sabato mostra che un americano su tre ha affermato che a volte potrebbe essere “giustificato che i cittadini intraprendano azioni violente contro il governo”. Il sondaggio mostra che il 40% dei repubblicani ha affermato che le azioni violente sono giustificate, rispetto al 23% dei democratici e al 41% degli indipendenti. Nel complesso, il 62% degli intervistati ha affermato che la violenza non è mai giustificata e il 4% non ha espresso alcuna opinione. Di coloro che hanno affermato che le azioni violente sono giustificate, il 22% ha affermato che tali azioni potrebbero essere giustificate dalla violazione o sottrazione dei diritti o delle libertà delle persone da parte del governo. Mentre il 15% ha citato una potenziale acquisizione militare o il crollo della democrazia. 

Cresce la percentuale di persone favorevoli alla violenza

Il nuovo sondaggio mostra che la percentuale di persone che affermano che la violenza contro il governo è giustificata è aumentata negli ultimi anni.  Nel complesso, la percentuale di persone che ha affermato che la violenza contro il governo sia a volte giustificata è infatti aumentata negli ultimi anni. I precedenti sondaggi hanno mostrato che nell’ottobre 2015, il 23% delle persone ha affermato che era giustificato. Nel gennaio 2011 e nell’aprile 2010 il 16% e nell’aprile 1995 il 13%.


Leggi anche: La democrazia americana è sotto attacco (sondaggio CNN)