Vilnius riconosciuta capitale della Lituania: 12 luglio 1920

0
323
Vilnius riconosciuta capitale della Lituania

Vilnius riconosciuta capitale della Lituania: avvenne il 12 luglio del 1920 dopo anni di dominazione russa e alla fine della Prima Guerra Mondiale.

Vilnius capitale della Lituania: l’indipendenza dopo la Prima Guerra Mondiale

Con lo scoppio della Grande Guerra, i tedeschi occuparono la Lituania nel 1915. In ogni caso, l’esercito invasore permise la convocazione di una conferenza a Vilnius nel settembre del 1917, la quale elesse un Consiglio Nazionale (la Taryba) presieduto da Antanas Smetona. Il 16 febbraio dell’anno seguente l’assemblea proclamò la restaurazione dell’indipendenza dello Stato lituano nonostante la presenza dei tedeschi.
La Germania sarebbe stata anche disposta a riconoscere la Lituania ma in cambio di precise garanzie economiche, militari e politiche.

Vilnius capitale della Lituania

Subito dopo la sconfitta dei tedeschi, nel 1918, i lituani proclamarono la Repubblica e Smetona diventò capo dello Stato.
Tuttavia, i due anni successivi furono molto duri per la nuova Lituania. Nel 1919 dovette combattere i bolscevichi che avevano occupato il nord-est del Paese e a fronteggiare le mire polacche su Vilnius.

Vilnius e Frank Zappa raccontato a Chandra

Vilnius capitale della Lituania dopo la contesa con la Polonia

Vilnius capitale della Lituania

La dissoluzione dell’Impero russo alla fine della Prima Guerra Mondiale portò alla nascita e alla indipendenza di nuove nazioni come la Lituania e la Polonia. Proprio questi due paesi si contesero fin dalla loro costituzione il territorio di Vilnius. La città era sempre stata la capitale storica della Lituania ma la Polonia rivendicava da parte sua la presenza massiccia di polacchi nella regione e nella stessa città.
Nel 1919, in conseguenza dell’inizio della guerra russo-polacca, l’Armata Rossa occupò nuovamente la maggior parte del territorio lituano. Quest’ultima riuscì a sconfiggere le unità di autodifesa polacche e lituane. Nonostante ciò la successiva controffensiva polacca ricacciò nuovamente i bolscevichi. Nello stesso tempo, però, portò i lituani ad allearsi proprio con Mosca, al fine di riottenere il territorio di Vilnius. Infatti, con il trattato di pace tra la Lituania e la Russia sovietica firmato il 12 luglio 1920 (Pace di Mosca), il territorio di Vilnius tornò ufficialmente alla Lituania.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here