Ancora un caso di contrasti tra vicini che sfociano in omicidio. Nel Borgo Rurale di Sesto Fiorentino in provincia di Firenze ieri mattina  in via dei Grilli 5 sono stati uccisi padre e figlio da un vicino. Il motivo  probabilmente sono stati  i rumori causati dai lavori di ristrutturazione che non erano ben accetti.

Succede precisamente nel cantiere per la ristrutturazione della casa a cui lavoravano. Le due vittime, padre e figlio, rispettivamente di 66 e 31 anni, sono state uccisi a colpi di pistola dal vicino di casa.

L’autore dell’omicidio è Fabrizio Barna, un uomo di 53 anni. Ha sparato al padre e al figlio, suoi vicini nel piccolo cantiere. L’assassinio è avvenuto per contrasti tra i vicini che già c’erano precedentemente. Infatti il 53 enne già da un po’ di tempo non sopportava più i rumori causati dai lavori di ristrutturazione della casa adiacente, ma fino ad allora non c’erano state liti così forti o comunque liti che potessero aver fatto scattare denunce. Tutto tranquillo fino a ieri. Barna possedeva una pistola regolarmente denunciata, la stessa con cui ha sparato.

L’allarme è stato dato da una vicina che, sentiti gli spari è andata a controllare cosa fosse successo, ma ha intravisto solo due corpi distesi. Sia la vicina che è intervenuta per prima, sia la moglie e madre delle due vittime intervenuta subito dopo hanno avuto un malore per lo shock, ma sono riuscite ugualmente a chiamare i soccorsi. Le due donne sono state successivamente trasportate in ospedale. I Carabinieri sono subito intervenuti allarmati anche da altri vicini. I militari hanno recuperato poco più lontano e arrestato l’autore del duplice omicidio.

L’area è stata delimitata per consentire le varie rilevazioni. Anche i parenti delle vittime sono giunti nel piccolo gruppo di case dove è accaduto il fatto. Nel borgo molti cittadini hanno inveito contro l’assassino.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here