La Francia è terra ricchissima di storia, di bellezze naturali e capolavori artistici; offre svariati itinerari per i turisti più esigenti. Tra le sue regioni più suggestive e romantiche c’è la Normandia, possibile meta per queste vacanze pasquali. Di seguito ne riportiamo le città più significative:

Rouen, la porta d’accesso alla Normandia.

Rouen, conosciuta come la città dai 100 campanili, vanta un centro storico medioevale da percorrere piacevolmente a piedi per ammirare le affascinanti case di legno a graticcio tipiche del periodo gotico. La cattedrale di Notre Dame di Rouen, fulcro del nucleo più antico è assolutamente da vedere, con la sua guglia alta più di 150 metri, e la sua facciata merlettata dipinta ossessivamente da Monet.

Nei dintorni della cattedrale, ci si può imbattere in altre due bellissime chiese: Saint Maclou e Saint Ouen, dall’inconfondibile gotico fiammeggiante.Uno dei monumenti più importanti da visitare a Rouen è, poi, il magnifico palazzo di giustizia e il Gros Horloge, che un tempo scandiva i ritmi della città.

Tra i tanti altri luoghi di interesse, si consiglia una passeggiata nella piazza del Vieux Marché (vecchio mercato), al cui centro sorge la piccola chiesa dedicata a Santa Giovanna d’Arco, bruciata viva in questa piazza a soli 18 anni nel 1431.

Honfleur

Honfleur è  esattamente come viene rappresentata nei dipinti di Monet, una vera opera d’arte con un caratteristico piccolo porticciolo dalle case in pietra. Le facciate strette e colorate si riflettono sull’acqua, e le Vieux Bassin è divenuta molto famosa grazie ai pittori impressionisti che nel 19° secolo hanno dedicato molti dei loro dipinti a questo suggestivo paesaggio.

Tra i luoghi più signiificativi della cittadina c’è la chiesa di Saint Catherine’s, unica nel suo genere perché interamente costruita in legno, nel centro storico caratterizzato da vicoli di ciottoli, e dalle case a graticcio.

Imperdibile, la Maisons Satie Museo (Case Satie) dedicata al compositore e musicista Erik Satie, nato nel 1866 a Honfleur. Durante la visita, si può camminare attraverso i vari ambienti con un’audioguida che verrà attivata in base alla stanza in cui ci si trova dando vita ad un’esperienza davvero immersiva.

Affacciata su Honfleur, infine, merita una visita la cappella di Notre-Dame de Grace costruita all’inizio del 17° secolo dal Duca di Normandia come segno di gratitudine per la sua sopravvivenza durante una violenta tempesta.

Le Mont Saint Michel

Le Mont Saint Michel, patrimonio dell’Unesco, è famosa in tutto il mondo per il suo imprescindibile legame con le maree, che ora la circondano isolandola dalla terra ferma, ora si ritirano restituendola al resto della baia che la circonda. È possibile assistere all’emozionante spettacolo delle maree e all’affascinante avanzare delle onde ogni giorno, la mattina (bassa marea) e la sera (alta marea), in orari diversi che dipendono dal ciclo lunare e che sono consultabili da calendario.

Per accedere a Mont Saint Michel bisogna lasciare l’auto nel parcheggio situato a circa 2,5 km e raggiungere la rocca in uno dei seguenti modi: la navetta gratuita (fermata a 400 metri dalle mura), il percorso pedonale che passa per il nuovo ponte-passerella oppure la navetta trainata da cavalli.

Varcate le mura d’ingresso ci si ritrova nelle suggestive stradine del borgo, il quale, circondato da mura medievali, si snoda sulle pareti rocciose dell’isolotto. L ’attrazione principale di Mont Saint-Michel è senza dubbio la magnifica Abbazia che si erge sulla sommità del monte, un incantevole esempio di architettura medievale. All’interno il chiostro, autentica oasi di silenzio e pace, il refettorio, l’ambulacro dei monaci e i giardini della “Merveille” completano la visita ad un luogo davvero unico e suggestivo.

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here