Vestito viola: perché Harris e Clinton ne indossavano uno?

Viola è simbolo di unità ed è il colore delle suffragette

0
340
Vestito viola

Alla cerimonia di inaugurazione di Biden la vicepresidente eletta Kamala Harris e le ex First Lady hanno indossato un vestito di colore viola. Ma perché questa scelta? Il viola è l’emblema della fusione tra il rosso e il blu, ma anche il colore delle suffragette, il movimento di emancipazione femminile nato per ottenere il diritto di voto per le donne.  

La cerimonia di inaugurazione di Biden

La cerimonia di inaugurazione del presidente eletto Joe Biden è stata unica sotto diversi aspetti. Innanzitutto, a causa della pandemia di coronavirus la gente non è potuta accorrere a Capitol Hill a Washington DC. Al posto della normale folla vi erano 200 mila bandierine. A causa dell’assalto al Campidoglio Washington sembrava essere in una zona di guerra, con 25 mila soldati della Guardia Nazionale schierati nella capitale. Il presidente uscente Trump inoltre non ha voluto partecipare alla cerimonia del suo successore. La cerimonia si è svota nel clima di un’America profondamente divisa. Una cosa per cui la cerimonia si è distinta è stato un dettaglio di colore. La vicepresidente eletta Kamala Harris, così come l’ex First Lady Hillary Clinton e Michelle Obama, ha indossato un tailleur di colore viola. Ma perché questa particolare scelta?

Perché Harris e le ex First Lady indossavano un vestito viola?

Il viola si rappresenta un simbolo di unità, messaggio lanciato dal neo presidente Joe Biden. Il viola è infatti l’unione tra il rosso, i repubblicani e il blu, i democratici. Tuttavia la scelta di tale colore non dipende solo da questo. Il viola è anche il colore delle suffragette, il movimento di emancipazione femminile nato per ottenere il diritto di voto per le donne. Il National Woman’s Party afferma: “Il viola è il colore della lealtà, della costanza allo scopo, della lealtà incredibile ad una causa”. Inoltre la scelta del colore viola può essere un rimando a Shirley Chisholm, la prima donna afroamericana che tentò di conquistare la Casa Bianca negli anni 70. Infine, il colore viola è anche il titolo del romanzo di Alice Walker che tratta di razzismo e opressione negli Stati Uniti.


Leggi anche: Clinton, Obama e Bush riflettono sulla transizione pacifica

Commenti