Vertice Conte-deputati M5S: “serve una struttura light”

Giuseppe Conte ha incontrato i deputati del M5S per presentare le nuove linee programmatiche.

0
333
vertice Conte-deputati M5S

Mentre Salvini ottiene da parte del Pm di Catania il “non luogo a procedere” per il caso Gregoretti, e il PD decide che cosa farà da grande, il M5S affoga nelle sue mille contraddizioni. “Partito o Movimento, non importa, dobbiamo darci una struttura light”. Questo è quanto affermato nel vertice Conte-deputati M5S. Un’assemblea in videoconferenza tra l’ex premier e gli eletti a Montecitorio. Ma facciamo il punto della situazione.

Vertice Conte-deputati M5S: quale sarà la nuova “veste” del Movimento?

Fare un bilancio del governo del Cambiamento (in peggio), capeggiato dal M5S, salvo risibili, inutili e inefficaci, provvedimenti della squadra messa in piedi dall’ex premier Giuseppe Conte, sarebbe il titolo di un film “Profondo Rosso”. Ovvero un bilancio nettamente in passivo. Ma nonostante tutto il M5S con il tempo ha finito per assumere un aspetto camaleontico. Dunque nel corso della videoconferenza Giuseppe Conte dice: “Il Movimento deve assolutamente aprirsi e strutturarsi sui territori: è fondamentale”. E tra i temi posti al centro del Vertice Conte-deputati M5S, l’ex premier pone quello delle nuove linee programmatiche. Quindi lavoro, più sviluppo sostenibile e ambiente, più salute. Quanto questa nuova “veste” possa avvantaggiare il M5S è difficile dirlo. Perchè l’avvio del processo virtuoso di miglioramento del populismo ha nel suo dna una caratteristica fondamentale. Tendendenzialmente peggiora sempre.


Turchia e Ucraina: alleanza militare che irrita Putin


Conte e la piattaforma Rousseau

Il Movimento dunque si muove verso un nuovo progetto politico. Dove però le scelte e le decisioni sono prese in ambiti talmente ristretti di elettorato da farle sembrare costruite a tavolino. Più che derivanti da un processo democratico. In merito alla sua investitura, Conte non vuole che sia “un’operazione verticistica”. Ed è per questo che ha chiesto che la sua leadership passi tramite la votazione sulla piattaforma.

Qual è il rapporto con Rousseau?

E in merito a Rousseau dice: “Aspetto che il Movimento 5 stelle chiarisca con Rousseau, io sono l’ultimo arrivato e non posso intervenire in un rapporto consolidato negli anni, ma la democrazia digitale rimarrà al fondo del nuovo Movimento“. E poi aggiunge: “È fondamentale garantire la modalità di partecipazione ad un ampio numero di partecipanti: la democrazia digitale presuppone assoluta trasparenza e chiarezza, criteri di accesso. Il voto online può essere demandato a una società esterna, ma tutto il resto deve essere gestito dal Movimento a cominciare dalla formazione”. 

Vertice Conte-deputati M5S: un nuovo progetto politico

Il progetto politico di Conte è quello di coinvolgere il più possibile portavoce, attivisti ed eletti nella fase di ricostruzione del Movimento. A tal proposito il deputato del M5S Davide Serritella sostiene: “serve un’organizzazione territoriale coordinata con i portavoce nazionali di riferimento, in modo tale da avere una linea unica, univoca, e chiara, e che porti tutti a lavorare verso la stressa direzione”.

Commenti