SERIE TV: ventiquattro anni fa veniva trasmessa la prima puntata di “Friends”

0
214

  1. Ventiquattro anni fa, sul canale statunitense NBC, veniva trasmessa la prima puntata di Friends, la sitcom che avrebbe fatto impazzire  milioni di adolescenti degli anni ’90.
    Ambientata nel cuore di Manhattan, la serie ha raccontato, con ironia e sarcasmo, le vite tragicomiche di un gruppo di sei amici: Rachel (Jennifer Aniston), Monica (Courteney Cox), Phoebe (Lisa Kudrow), Joey (Matt LeBlanc), Ross (David Shwimmer) e Chendler (Matthew Perry).
    Li abbiamo conosciuti mentre cercavano di dimenarsi nella frenetica vita newyorchese, tra amori, separazioni, disavventure e lavori più o meno gratificanti.
    C’è chi si è riconosciuto nella goffaggine di Ross, chi ha penato per le vicissitudini sentimentali di Rachel, chi ha canticchiato e ancora intona gli improbabili stornelli di Phoebe. È stato divertente seguire le mille gaffe e i tanti imprevisti della vita sregolata di Joey, piuttosto che sorridere del buffo cinismo di Chandler.
    Abbiamo gioito per gli amori sbocciati tra i protagonisti (Ross e Rachel, Chandler e Monica) ma ci siamo anche intristiti per le loro separazioni.
    Siamo riusciti a sentirci parte della loro grande famiglia. Il mega appartamento Monica, in perfetto stile newyorchese, e il piccolo loft di Chandler e Joy, ci hanno fatto sentire a casa.
    Ma il luogo che più in assoluto ci ha trasmesso il senso di famiglia ed ha simboleggiato l’unione fraterna tra i sei protagonisti è stato il mitico Caffè Central Perk. Tra una bevuta e l’altra, seduti su un comodo sofa, i ragazzi di Manhattan hanno riso, pianto, cantato, ballato, e noi con loro.
    L’ironia e l’innata comicità degli interpreti sono  state indiscutibilmente le chiavi del successo di questa serie. C’era sempre qualche problema da affrontare o un dilemma da risolvere ma ogni situazione veniva sdrammatizzata e posta sotto una prospettiva luminosa.
    E allora era semplice, quasi naturale, sentirsi loro amici.
    Quello humor, fine e privo di volgarità, che ha contraddistinto gran parte delle sitcom degli anni ’90, manca molto.
    Forse è per questo che oggi, nel rivedere Friends e altre pellicole di quel periodo, veniamo puntualmente travolti da un’ondata di nostalgia.
    Non c’era bisogno di un nudo provocante o di battute scurrili per sorridere. Il registro e i toni non stridevano mai. E questo ci rendeva ancora più serena e gradita la visione.
    Rachel, Monica, Ross e gli altri, dopo la fine della serie, datata 6 maggio 2004 (decima stagione) hanno intrapreso strade diverse, ricoperto altri ruoli e recitato altre battute, ma noi li ricorderemo per sempre come i nostri amici del Central Perk.
Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here