Ventesima giornata Eurolega 2022/2023: prova di forza di Bologna, superato il Panathinaikos

0
161

Torna a ruggire la Virtus Bologna che, dopo due sconfitte consecutive, supera il Panathinaikos per 76-74 nella ventesima giornata Eurolega 2022/2023. Match dai due volti con i felsinei che prima dominano e poi si fanno recuperare, uscendo però alla distanza nel finale. Strepitoso Shenghelia, autore di sedici punti e 7 assist.

VENTESIMA GIORNATA EUROLEGA 2022/2023: COSA È ACCADUTO TRA VIRTUS BOLOGNA E PANATHINAIKOS?

Nona vittoria stagionale in campo continentale per la Virtus Bologna che ora mette nel mirino i playoff. Partono bene i felsinei, trascinati da Teodosic e Shenghelia, con quest’ultimo che mette a referto un parziale di 6-0 che stampa il risultato sul 18-9 alla fine del primo quarto. Non cambia la musica anche nel secondo periodo apertosi con un altro parziale di 7-0 per i padroni di casa, che resistono alla risalita dei greci e vanno all’intervallo lungo in vantaggio di 7(43-30).

Al rientro in campo, gli ospiti si fanno apprezzare di più con un parziale di 5-0, mentre Bologna si limita ad amministrare con Hackett e Shenghelia. Un errore di valutazione che permette ai greci di rientrare in partita a fine terzo quarto(55-53), per poi addirittura effettuare il sorpasso ad inizio del quarto periodo. Nel momento più difficile per gli uomini di Scariolo emerge Teodosic che con una serie di tiri liberi, riporta in vantaggio i suoi per il definitivo 76-74. Prossimo appuntamento per gli emiliani il 27 gennaio in Germania, contro il Bayern Monaco.

IL COMMENTO DI SERGIO SCARIOLO(COACH VIRTUS BOLOGNA)

Grande soddisfazione in casa virtussina per il bel successo contro il Panathinaikos. Cosi coach Sergio Scariolo al termine del match: “Sono molto contento, è stata una bella vittoria davanti ai nostri tifosi dopo le sconfitte della scorsa settimana, una meritata e l’altra no. Abbiamo difeso molto bene, in particolare su Bacon e su Williams. Abbiamo disputato un pessimo terzo quarto, ma ci siamo innervositi, siamo rimasti lì con la testa. Tutto il primo tempo è stato eccellente, ribadisco soprattutto dal punto di vista difensivo. Poi voglio sottolineare i 22 assist realizzati in una partita a basso punteggio. I momenti peggiori, come al solito, sono arrivati quando la palla si è fermata, quando non abbiamo attaccato verticalmente l’area, è un difetto che sappiamo e che dobbiamo migliorare. Essere riusciti a non dover vivere un finale punto a punto è stato sicuramente un elemento positivo. La salute per noi è fondamentale, il fatto che alcuni giocatori stanno recuperando la condizione è vitale”.