Al Padiglione della Repubblica di San Marino ancora una volta vincente il Friendship Project International

Anche per la 58. Edizione della Biennale d’Arte di Venezia la Repubblica di San Marino ha scelto di riproporre la formula vincente del Friendship Project International con la curatela dello storico dell’arte orientale, Vincenzo Sanfo, che già nelle due precedenti biennali si era distinto per le sue scelte artistiche aperte sempre più all’ internazionalizzazione.

Dario Ortiz, pittore colombiano, dipinto "Los incredulos"
DARIO ORTIZ, “Los incredulos”

Protagonisti del Padiglione di San Marino saranno quindi Gisella Battistini; Thea Tini, autrice dell’installazione sul tema dell’amore universale appositamente pensata per la Biennale 2019, e Gabriele Gambuti accanto a Martina Conti, artista che vive e lavora a Londra, segnalata dalla direzione della Galleria d’Arte Moderna sammarinese.

Scultura del messicano Sebastian
"Tapatio Tour" Arco
SEBASTIAN, “Arcos del milenio desde Tapatio Tour”

Il fattore di internazionalità sarà rappresentato dal colombiano Dario Ortiz; dall’italiana Giovanna Fra; da Jens W. Beyrich del Principato del Lichtenstein; dagli artisti cinesi Chen Cheng Wei, Li Geng, Tang Shuangning, Xin Junqin con i suoi dipinti della serie “Fur Free” (“se vuoi portare la pelliccia, portala viva”) e Xu De Qi e dallo scultore messicano Sebastian, noto per le sue monumentali sculture, tendenzialmente vivacemente monocrome, che si integrano nei più disparati ambienti urbani ricalcandone le geometrie essenziali.

Xe De Qi, artista cinese, olio su tela, "Beauty and the Best"
XE DE QI, “Beauty and the Best”, olio su tela

“Con questa nuova presenza alla Biennale di Venezia San Marino si dimostra ancora una volta una Repubblica aperta al mondo e attenta alla cultura internazionale. Non si tratta, infatti, solo di coinvolgere artisti di vari Paesi – spiega il curatore del padiglione, Vincenzo Sanfo – ma di costruire insieme dei percorsi innovativi, coraggiosi, capaci di intersecarsi, di contagiarsi vicendevolmente di trovare energie nuove, come abbiamo fatto in passato coinvolgendo i ragazzi delle scuole di Venezia. Una piccola Repubblica è ormai diventata grande sul piano progettuale e artistico, portando alla Biennale molti spunti originali.”

Vincenzo Sanfo curatore padiglione di San Marino Biennale d'Arte di Venezia 2019
VINCENZO SANFO, storico dell’arte orientale

INFO:

Padiglione della Repubblica di San Marino

58. Biennale Internazionale d’Arte di VENEZIA “May You Live In Interesting Time” https://www.periodicodaily.com/azerbaigian-con-virtual-reality-alla-58-biennale-darte-di-venezia/

11 maggio 2019 – 24 novembre 2019

info@labiennale.org

www.labiennale.org/it/arte/2019

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here