Venezia – Annegano due donne dopo essere cadute dalla motonave

0
157
È successo nella notte. Solo al momento dell’attracco ci si è accorti che mancavano.

Due donne sono morte annegate la scorsa notte nella laguna di Venezia dopo essere presumibilmente cadute da una motonave che le stava portando al Lido. Nessuno ha assistito alla tragedia. Solo al momento dell’attracco del traghetto il personale di bordo si è accorto che le due mancavano all’appello. Sono scattate le ricerche e dopo due ore i due cadaveri sono stati recuperati dai vigili del fuoco. 

Corpi ritrovati al Lido

Le due vittime potrebbero avere origini magrebine. L’imbarcazione era partita da Punta Sabbioni a mezzanotte ed era diretta al Lido. Aveva a bordo il solo comandante. Alla prima fermata, l’uomo si è accorto che le due passeggere erano sparite e ha trovato a bordo solo le loro scarpe.

Per le ricerche sono intervenuti i vigili del fuoco e gli uomini della Capitaneria di porto. I due cadaveri sono stati trovati al Lido, all’altezza delle paratoie del Mose. Tra le ipotesi che gli investigatori stanno prendendo in considerazione vi è anche quella che possa essersi trattato di un atto volontario. E in mattinata arriva anche la comunicazione ufficiale dei Vigili del Fuoco che sono intervenuti: il recupero dei corpi, caduti da un battello ACTV che le aveva fatte salire a Punta Sabbioni poco dopo la mezzanotte (notate dal comandante perché uniche passeggere a quell’ora) sono state ritrovate all’altezza del Mose dai sommozzatori.

I corpi delle due donne prive di vita sono stati recuperati e caricate a bordo di una imbarcazione dei pompieri e portate in Marittima. Sul posto anche la capitaneria di porto e i carabinieri. Dai primi dettagli che si diffondono a posteriori, si viene a sapere, anche, che nei due sedili dove erano sedute le donne, è stata trovata una bottiglia.

Commenti