Vaticano: Arrestata Cecilia Marogna

Arrestata Cecilia Marogna per cosa? Rispetto del contratto stipulato?

0
424
Il Vaticano combatte per liberare la Vergine Maria dalla mafia
Il Vaticano combatte per liberare la Vergine Maria dalla mafia

Arrestata Cecilia Marogna, manager sarda impegnata negli affari vaticani. La signora è per molti nota come la “dama del cardinale” per il rapporto di fiducia che nel tempo ha instaurato con il cardinale Angelo Becciu.

Arrestata Cecilia Marogna vediamo perché

Fermata a Milano dalla guardia di finanza: nei suoi è stato emesso un mandato di cattura internazionale attivando l’Interpol. Gli inquirenti avrebbero scoperto bonifici per mezzo milione di euro ricevuti dalla Santa Sede per operazioni segrete umanitarie in Asia e Africa. Secondo i risultati emersi dall’inchiesta, i fondi sarebbero finiti, quasi per la metà, nell’acquisto di borsette, cosmetici e altri beni di lusso.

Il percorso non è mai scontato

Mettiamo anche che questi soldi sono finiti per metà in possesso della Marogna, a questo punto gli inquirenti mi dovrebbero spiegare il reato. Probabilmente i signori che conducono le indagini sono privi di conoscenza di pubbliche relazioni. La mia domanda vale quanto la loro: visto che il cardinale rappresenta un top del Vaticano, cosa impedirebbe alla sua fiduciaria di donare oggetti per pubbliche relazioni speciali?

Marogna, oltretutto sarebbe in possesso di una lettera firmata da Becciu che la accredita come persona di sua fiducia, nel ricevere denaro.

Arrestata Cecilia Marogna forse i tecnici del Vaticano hanno tempo da buttare

Secondo gli inquirenti del Vaticano “famosi in tutto il mondo”, i versamenti avrebbero come causale “contributo per missione umanitaria”. Di quei circa 500mila euro, però, quasi 200mila sarebbero stati spesi in vestiti, ristoranti e lussuosi accessori (tra l’altro 12mila euro da poltrona Frau, 2.200 da Prada, 1.400 da Tod’s, 8mila da Chanel. Se gli inquirenti basano le loro indagini sulla causale, mi offro in maniera “Totalmente umanitaria” di aiutarli a trovare lavoro. Vedete, non so voi, ma quando ricarico la postpay di mio figlio intestata a mia madre (come dono al nipote) scrivo “regalo a mio figlio”. Ora mio figlio ha 19 anni, potrebbe spenderseli in alcool, droga o puttane, quindi quando arriva il mio mandato di cattura?

Affidiamo l’inchiesta alle Iene roba da far tremare i polsi “Brrrr”

Le società si chiamano fantasma perché non hanno iscrizione a ruoli, non perché non posseggono un palazzo. Avere una società e una casella postale, indica essenzialmente che quella società per operare non ha bisogno di una sede operativa ma solo fiscale. Iene ma voi non avete null’altro da fare? Le Iene indicano nell’inchiesta: scusate ma abbiamo nominato le Iene 3/4 volte, ma allora chi dirige questa inchiesta, i magistrati vaticani o le Iene? Vabbè mistero della fede. Comunque i “bkackhyenas” applicano questo criterio: non hai un palazzo non sei una società.

Il fuori via è di casa in casa Iene


I bonifici in questione sarebbero stati firmati quando a Becciu era già succeduto come Sostituto agli Affari generali mons. Edgar Pena Parra, ma sarebbe stato proprio l’ex prefetto per la Congregazione delle Cause dei Santi a chiedere a monsignor Alberto Perlasca, all’epoca a capo dell’ufficio amministrativo della SdS, di onorare gli accordi presi con la managing director della Logsic. Scusate ma voi vi volete fare del male. A maggior ragione, se avviene una successione di incarico, dove il precedente ha firmato un contratto, come potrebbe non impegnarsi per farlo rispettare?

Ragazzi state messi male, se questo è tutto quello che avete state “sotto un treno”.

Arrestata Cecilia Marogna per cosa? Rispetto del contratto stipulato?


La Marogna, presentatasi come esperta in relazioni diplomatiche e diplomazia parallela, sarebbe entrata in contatto con il cardinale nel 2016, proponendosi come mediatrice su crisi internazionali di vario genere. Sapete cosa si fa quando si ha il compito di mediatrice? Doni! E sapete a chi? A chi normalmente ha più influenza sui “comandanti”: cioè le donne. In napoletano si dice in altra maniera ma lasciamo stare (direttore non cancellare ti prego la parola non l’ho scritta, l’ho solo pensata). Becciu ha precisato, attraverso il suo legale, l’avvocato Fabio Viglione, che “i contatti con Cecilia Marogna attengono esclusivamente questioni istituzionali”. Quanto a lei, ha rivendicato “il risultato di aver costruito una rete di relazioni in Africa e Medio Oriente per proteggere Nunziature e Missioni da rischi ambientali e da cellule terroristiche”. Iene: ma perché non vi mettete a raccogliere pomodori?

Commenti