Uno dei due leoni a Piazza San Marco è stato imbrattato la scorsa notte

I leoni posti a Piazza San Marco sono emblematici della suggestiva città di Venezia. Essi furono realizzati nel 1722 ad opera di Giovanni Bonazza con marmo di Cottanello. Nella mattinata di ieri, 29 settembre, i raggi del sole hanno evidenziato della pittura, probabilmente spray, su alcune parti della statua del leone sinistro; a dare l’allarme sono stati alcuni residenti.


Un atto vandalico di estrema rilevanza, che da subito ha coinvolto la Polizia locale di Venezia, il cui comandante Marco Agostini, ha determinato l’ora del vandalismo intorno alle 3:58, sulla base delle registrazioni delle telecamere di videosorveglianza. Dalle immagini è possibile riscontrare i colpevoli: un gruppo di 4 persone, 2 donne e 2 uomini, nessuna notizia però riguardo l’identità.

Questo non è il primo atto di vandalismo ai danni del capoluogo del Veneto: nell’estate del 2010 il violetto granito della colonna marciana di Piazza San Marco fu imbrattato dalla scritta “Berlin”, poi rimosso con la tecninca “mista”, ovvero con il vapore per togliere la vernice acrilica e togliendo le tracce residue di colore con impacchi localizzati di sverniciatore neutro.

Anche i “vandali del leone” hanno lasciato tracce sui gradini:

Il sindaco Luigi Brugnaro chiede giustizia: “Troviamoli per punirli e metterli a ripulire la città davanti a tutti!” con l’hashtag #Venezianonsitocca, ricordando ai responsabili che la pena va dai sei mesi ai tre anni di carcere, con un apporto pecuniario di 1000euro.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here