Val di Sole: turismo e benessere nel Parco Nazionale dello Stelvio

0
205
Val di Sole

Val di Sole: nell’incantevole scenario della montagna e della natura incontaminata del Parco Nazionale dello Stelvio, ecco tutte le possibilità di rilassarsi a contatto con la natura.

Turismo e benessere: un binomio indissolubile

Negli ultimi anni si sta sviluppando un nuovo modo di fare turismo a contatto con la natura. La vacanza è opportunità per rilassarsi, prendersi cura del proprio corpo e per ritornare in forma, pronti per affrontare un altro anno di lavoro. Sempre più turisti si muovono verso destinazioni scelte strategicamente perchè offrono l’occasione per dedicarsi alla cura dell’organismo in aree e contesti ambientali di gran pregio e in strutture ricettive attente a un’offerta turistica di qualità.

Cogolo di Pejo (TN) tra natura, cultura e benessere

Val di Sole

Una delle località turistiche che risponde alle nuove esigenze di quelli che viaggiano per benessere, i cosiddetti wellness globetrotter (e che muovono un giro di affari non indifferente) è Cogolo di Pejo, in provincia di Trento.

Cogolo di Pejo, nel cuore della Val di Sole, si trova ai piedi della catena montuosa dell’Ortles – Cevedale ed è una piccola ma suggestiva frazione del comune di Pejo. Incastonata in un paesaggio alpino di rara bellezza, Cogolo è la sede del settore trentino del Parco Nazionale dello Stelvio, una delle più antiche aree protette italiane. Eccezionale la biodiversità di flora e fauna tipica degli ecosistemi alpini tra alberi di larice, abete rosso e pino cembro e stambecchi, caprioli e camosci. Di gran pregio anche la ricchezza delle acque, essendo questo piccolo borgo attraversato dal torrente Noce e sede delle rinomate terme di Pejo, le cui acque sono note da secoli per le loro eccezionali proprietà curative e i benefici per l’organismo.  Da visitare a Cogolo di Pejo anche la piccola chiesetta di San Filippo e Giacomo, risalente al XIV secolo. Nel corso dei secoli ha subito diversi rimaneggiamenti. Merita una visita anche Palazzo Migazzi, interessante edificio dal punto di vista architettonico, che ospita anche la biblioteca comunale. La fondazione del palazzo avvenne nel 1451 per volontà di Guglielmo Migazzi, proveniente dalla Valtellina e attratto dalle potenzialità imprenditoriali delle locali miniere di ferro.

Un piccolo angolo di paradiso dunque, che trova la sua migliore offerta turistica proprio a fine estate, quando il clima è ancora mite e la natura ancora regala spettacoli eccezionali.

Offerta turistica e ricettiva del Kristiania Leading Nature & Wellness Resort

L’offerta turistica del Kristiania Leading Nature & Wellness Resort di Cogolo di Pejo, risponde alle esigenze dei turisti che girano il mondo per sentirsi meglio. Una categoria di turisti in costante crescita, le cui vacanze sono associate alla salute. Partire per curarsi è un trend attuale ma piuttosto la riscoperta di una consapevolezza antica. Già durante il medioevo si partiva per lunghi pellegrinaggi per guarire corpo e anima: la Chiesa raccomandava alcune destinazioni come i santuari della Madonna del Latte  a Guanzate, dove ci si affidava alla Madre Celeste per avere in dono un figlio da allattare o la Basilica di San Lorenzo a Roma per affidarsi a Santa Apollonia per  ricevere protezione dal mal di denti.

Kristiania Leading Nature & Wellness Resort offre la possibilità di una  rilassante vacanza ideale sia per chi viaggia in coppia, in famiglia e sia per gli sportivi che qui trovano meta ideale per escursioni a contatto con la natura. Completano l’offerta ricettiva anche l’uso della piscina coperta con idromassaggio, delle saune, bagno turco e percorso Kneipp e della cantina per degustazioni.

Tradizione rurale e agricola in Val di Pejo

Val di Sole

Settembre è il mese ideale per scoprire Cogolo di Pejo e le sue tradizioni. Infatti la cultura tipica rurale e la vocazione agricola sono celebrate dal 13 al 16 settembre durante la Festa dell’agricoltura in Val di Pejo, evento nel quale si rievoca l’antica tradizione dei mestieri di montagna e la vita contadina. La kermesse è anche occasione per immergersi nella vivace e gustosa enogastronomia locale fatta di sapori robusti come quelli dei formaggi, del burro e del latte delle malghe e nei profumi dei prodotti naturali come il miele, le erbe aromatiche e i frutti di bosco.

I  Prodotti Agroalimentari Tradizionali (PAT) del Trentino

Non solo in Val di Sole, ma in tutto il Trentino è largamente diffusa la produzione di prodotti tipici apprezzati non solo in ambito locale: solo la provincia di Trento annovera oltre 65 prodotti riconosciuti come prodotti agroalimentari tradizionali tra cui il miele di rododendro, la ricotta di capra fresca, la marmellata di mirtilli rossi e il formaggio misto capra, solo per citarne alcuni.

I Prodotti Agroalimentari Tradizionali PAT sono riconosciuti come tali ai sensi dell’ art.8 del D.lgs n° 173/98 per il valore legato alla gastronomia tradizionale del luogo, mentre il DM 350/99 stabilisce le norme per l’individuazione dei prodotti tradizionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here