Vaccino antinfluenzale: ecco come richiederlo

Richiedere il vaccino antinfluenzale è un diritto di tutti, anche se non per tutti ha lo stesso costo. Ecco quello che ci serve sapere sull'argomento...

0
191

L’influenza è una malattia di origine virale con cui un po’ tutti nelle nostre vite. Con un picco di diffusione fra autunno ed inverno ma presente anche il resto dell’anno, il virus dell’influenza infetta per via aerea (è liberato principalmente tramite starnuti e colpi di tosse) e può essere trasmesso da individuo a individuo anche per un periodo successivo all’effettiva guarigione di chi contagia. I sintomi sono generalmente febbre, tosse e dolori muscolari, ma in persone già malate o deboli dal punto di vista immunitario può dare luogo a complicanze anche gravi. Per questi motivi, lo Stato consiglia agli individui più esposti per ragioni lavorative ed a quelli privi di un sistema immunitario forte (anziani, persone con malattie cronache e categorie simili) di vaccinarsi ed assicura all’intera popolazione la possibilità di ricorrere al vaccino antinfluenzale con costi accessibili più o meno a tutti.

Vaccino antinfluenzale: come procurarselo

A partire da metà ottobre fino alla fine dell’inverno, ogni regione offre la possibilità di ottenere la propria dose di vaccino antinfluenzale in apposite sedi: si tratta generalmente delle varie ASL, ma in alcuni casi ci si può rivolgere direttamente anche a pediatri e ai medici di base – per loro offrire questo servizio è facoltativo. Dopo aver pagato quanto richiesto in base alla propria situazione economica, il paziente riceverà una dose di vaccino che lo coprirà fino alla fine della stagione influenzale – il virus dell’influenza cambia tuttavia con facilità da un anno all’altro, dunque l’effetto non durerà mai fino all’anno successivo. Ai bambini al di sotto dei 9 anni e a chi non ha mai ricevuto delle dosi di vaccino antinfluenzale in passato si consiglia, però, di assumere due dosi così da evitare una scarsa efficacia imputabile ad una delle due condizioni.

Per alcuni è gratis

Sono molte le categorie di individui aventi diritto a ricevere il vaccino antinfluenzale in maniera gratuita: chiunque abbia un’età inferiore ai 6 mesi o superiore ai 65 anni e chiunque sia affetto da malattie croniche come il diabete, le epatiti, le malattie riguardanti il sistema respiratorio e quelle riguardanti l’apparato cardiovascolare. Stesso discorso anche per le donne in gravidanza, persone affette da varie malattie congenite, HIV o tumori, persone che hanno in programma interventi chirurgici abbastanza impegnativi.

CLICCA QUI PER APPROFONDIRE NEL DETTAGLIO QUALI SONO LE CATEGORIE CHE HANNO DIRITTO AL VACCINO GRATUITO

Il vaccino antinfluenzale non protegge da malattie simili all’influenza

Bisogna sempre tenere presente che nel periodo di picco dell’influenza sono in giro vari agenti patogeni che danno luogo a patologie molto simili all’influenza; si tratta sia di virus e di batteri contro cui questo specifico vaccino non può nulla. Il rischio di beccarsi dunque altre malattie simili all’influenza persiste anche per chi su vaccina, nonostante il vaccino svolga un ottimo lavoro.

LEGGI ANCHE: Ricercatori progettano un modo per curare tutti i tipi di tumore

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here