Vacanze di Natale in Catalogna, eventi e tradizioni

0
277

Presepi animati e artistici, mercatini, rappresentazioni ed eventi di vario tipo. La Catalogna offre tanti divertimenti e opzioni per trascorrere un bellissimo week-end sotto le feste di Natale. Non solo Barcellona, ma anche le altre città e cittadine della Catalogna esprimono fieramente le loro tradizioni natalizie, incoraggiando i visitatori a partecipare attivamente all’atmosfera di festa creata per l’occasione. A parte i mercatini di Natale, che sono operativi da inizio dicembre e proseguiranno fino all’Epifania, in Catalogna si possono trovare tante mete per conoscere e apprezzare le tradizioni legate al Natale, al Capodanno e all’Epifania.

alt="Catalogna"
Bascara_Joan Castro_Patronat de Turisme Costa Brava Girona

I presepi della Catalogna

Arte e tradizione si fondono nella creazione dei presepi in giro per la Catalogna, creando ovunque un’atmosfera magica e mistica. In tutta la regione si possono trovare moltissimi presepi viventi, a cui partecipano entusiasti abitanti in costume o attori professionisti. Il presepe vivente più famoso è sicuramente quello di Corbera de Llobregat, cittadina medievale in provincia di Barcellona. Qui viene messo in scena uno dei presepi viventi più affascinanti d’Europa, con la partecipazione di più di 200 attori che si muovono in un’impareggiabile cornice naturale. La rappresentazione viene curata ogni anno nei minimi dettagli, come vuole la lunga tradizione teatrale catalana che risale al Medioevo.

alt="Catalogna"

I presepi in Catalogna sono una vera e propria arte. Da non perdere quello di Plaça de Sant Jaume a Barcellona. Un presepe artistico, creato dalla famosa scenografa Paula Bosch e visitabile fino al 6 gennaio. Il presepe di Plaça de Sant Jaume si trova appena fuori dalle mura della città e ogni anno è uno degli eventi più attesi per i barcellonesi. Quest’anno l’artista ha ricostruito la natività all’interno di scatole di ogni tipo e dimensioni, con decorazioni, oggetti e ammennicoli tipici di Natale che si possono trovare in tutte le case. L’esposizione di Paula Bosch ha una doppia chiave di lettura: viste da dietro le scatole ricreano le facciate dei palazzi con finestre illuminate, lampioni e cavi che le collegano.

Iniziare il 2020 in Catalogna

Per trascorrere il Capodanno in Catalogna c’è solo l’imbarazzo della scelta. Se Barcellona attira ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo per iniziare il nuovo anno nella sua atmosfera magica, ci sono anche tante altre mete perfette per trascorrere una piacevole notte di San Silvestro e dare il benvenuto al 2020. In tutte le città e le cittadine della Catalogna, infatti, saranno organizzati spettacoli di fuochi d’artificio e concerti nelle principali piazze. Chi vuole immergersi a pieno nella tradizione spagnola, prima del tradizionale brindisi con un bicchiere di Cava, rinomato spumante catalano, dovrà mangiare 12 acini d’uva, uno per ogni rintocco della mezzanotte, in modo da assicurarsi la fortuna per tutto l’anno nuovo.

alt="Catalogna"

Le tradizioni dell’Epifania in Catalogna

Altro appuntamento da non perdere in Catalogna per le festività natalizie è quello dell’Epifania. A Barcellona, infatti, va in scena uno spettacolo unico al mondo: la Cavalcada dels Reis Mags, ovvero la Parata dei Re Magi. I Re Magi sono figure molto importanti per la tradizione catalana, perché sono loro, e non Babbo Natale o la Befana, che portano i doni ai bambini. In tutta la regione della Catalogna viene celebrata questa ricorrenza con carri e maschere, ma la celebrazione più famosa è quella di Barcellona. La notte del 5 gennaio la città organizza un grande ricevimento per i re d’Oriente. Una sfilata nelle strade, accompagnata da un ampio seguito di carri, gruppi di compagnie artistiche e migliaia di persone, anima le strade di Barcellona fino a tarda notte.

alt="Catalogna"

I tre re, interpretati da attori perfettamente truccati e vestiti da Gaspare, Melchiorre e Baldassarre, arrivano a Barcellona via mare e vengono ricevuti dal sindaco, che dà loro le chiavi della città in modo che possano aprire simbolicamente le porte di tutte le case di Barcellona per lasciare i doni ai più piccoli. In questa occasione è protagonista delle tavole la torta dei Re, un ciambellone di marzapane farcito con i canditi. Si tratta di un dolce molto particolare per la tradizione della Catalogna, perché al suo interno contiene degli “intrusi”, ovvero una piccola statuina di un re e in fagiolo. Tutti i commensali stanno molto attenti ad ogni morso perché chi trova il re sarà incoronato per un giorno, mentre chi trova il fagiolo dovrà pagare il dolce l’anno successivo.

Catalogna, regione ricca di tradizioni natalizie

La Catalogna è una regione estremamente ricca di tradizioni legate al periodo natalizio. Presepi, eventi e riti di Capodanno e sfilata dei Re Magi. Un periodo ricco di emozioni e di atmosfere magiche tutte da vivere. Basta scegliere una città, non necessariamente Barcellona, e lasciarsi trasportare dall’entusiasmo degli abitanti, che vivono le festività natalizie con grande passione. Il modo perfetto per conoscere nuove tradizioni in pieno clima di festa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here