USA: via le restrizioni per i viaggiatori vaccinati dall’8 novembre

0
489

La Casa Bianca venerdì ha dichiarato che eliminerà le restrizioni per i viaggiatori stranieri completamente vaccinati a partire dall’8 novembre, ponendo fine alle restrizioni storiche che hanno escluso gran parte del mondo dagli Stati Uniti.

Quali restrizioni per i viaggiatori sono state tolte?

Le restrizioni sui cittadini non statunitensi sono state imposte per la prima volta ai viaggiatori aerei dalla Cina nel gennaio 2020 dall’allora presidente Donald Trump e poi estese a dozzine di altri paesi, senza alcuna metrica chiara su come e quando rimuoverle. Da marzo 2020 sono in vigore restrizioni ai viaggiatori non essenziali alle frontiere terrestri con Messico e Canada per affrontare la pandemia di COVID-19.

La reazione dei mercati

I titoli delle compagnie aeree, degli hotel e delle crociere statunitensi sono aumentati alla notizia, tra cui American Airlines (AAL.O), in aumento dell’1,9%; Marriott International Inc (MAR.O), in crescita del 2,2%; e Carnival Corp (CCL.N), in crescita dell’1,3%. Gli Stati Uniti sono rimasti indietro con molti altri paesi nell’eliminare tali restrizioni e gli alleati hanno accolto con favore la mossa. Le restrizioni statunitensi hanno bloccato i viaggiatori dalla maggior parte del mondo, comprese decine di migliaia di cittadini stranieri con parenti o legami d’affari negli Stati Uniti.

Le restrizione revocate

La Casa Bianca ha annunciato martedì che all’inizio di novembre avrebbe revocato le restrizioni alle frontiere terrestri e ai traghetti con Canada e Messico per i cittadini stranieri completamente vaccinati. Sono simili ma non identici ai requisiti annunciati il ​​mese scorso per i viaggiatori aerei internazionali. Ai visitatori non vaccinati sarà comunque vietato l’ingresso negli Stati Uniti dal Canada o dal Messico alle frontiere terrestri. Il Canada il 9 agosto ha iniziato a consentire ai visitatori statunitensi completamente vaccinati di viaggiare non essenziali.


Di Maio: “Ok a turisti da USA-Canada-Giappone”

Cosa cambia

A partire dall’8 novembre, gli Stati Uniti ammetteranno i viaggiatori aerei stranieri completamente vaccinati provenienti dai 26 cosiddetti paesi Schengen in Europa, tra cui Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera e Grecia, nonché Gran Bretagna, Irlanda, Cina, India, Sudafrica, Iran e Brasile. Le restrizioni statunitensi senza precedenti hanno escluso i cittadini non statunitensi che si trovavano in quei paesi negli ultimi 14 giorni. I viaggiatori non USA dovranno mostrare la prova della vaccinazione prima di salire a bordo di un volo e dovranno mostrare la prova di un recente test COVID-19 negativo. I visitatori stranieri che attraversano un confine terrestre non dovranno mostrare la prova di un recente test COVID-19 negativo. Le nuove regole non richiedono che i visitatori stranieri o gli americani che entrano nel Paese entrino in quarantena.