USA valutano boicottaggio Olimpiadi invernali di Pechino?

Il Dipartimento di Stato nega che gli USA stiano procedendo ad un boicottaggio coordinato con i partner

0
293
USA valutano boicottaggio Olimpiadi invernali

Gli USA valutano il boicottaggio delle Olimpiadi Invernali di Pechino del 2022. Il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price, ha affermato che gli USA si starebbero coordinando con i loro alleati per boicottare le Olimpiadi di Pechino a causa delle violazioni dei diritti umani del governo cinese. Tuttavia il Dipartimento ha negato il boicottaggio e ha sottolineato che l’amministrazione Biden è semplicemente in trattative con gli alleati sulle violazioni dei diritti umani in Cina. L’ira di Pechino: “La comunità internazionale non lo accetterà”.

USA valutano boicottaggio delle Olimpiadi di Pechino?

Gli USA stanno pensando ad un boicottaggio coordinato con gli alleati delle Olimpiadi Invernali di Pechino in programma nel 2022. Lo avrebbe detto il portavoce del Dipartimento di Stato, Ned Price, il quale ha affermato: “Il boicottaggio è qualcosa di cui certamente vogliamo discutere. Un approccio coordinato sarebbe non solo nel nostro interesse ma anche in quelli dei nostri alleati e partner”.  Tuttavia il Dipartimento di Stato ha negato che gli USA stiano considerando di unirsi agli alleati nel boicottaggio delle Olimpiadi per le violazioni dei diritti umani da parte della Cina. Un alto funzionario del Dipartimento ha dichiarato a The Hill: “La nostra posizione sulle Olimpiadi del 2022 non è cambiata. Non abbiamo discusso e non stiamo discutendo di alcun boicottaggio congiunto con alleati e partner”. Il Dipartimento ha sottolineato che l’amministrazione Biden è semplicemente in trattative con gli alleati sulle violazioni dei diritti umani in Cina.

La replica di Pechino e Berlino

Non si è fatta attendere la replica del governo cinese. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Zhao Lijian ha affermato: “La comunità internazionale non lo accetterà. Siamo fiduciosi di lavorare con tutte le parti per rendere le Olimpiadi invernali di Pechino 2022 un evento olimpico straordinario ed eccezionale”. Anche Berlino ha risposto alle affermazioni di Washington. La portavoce del governo tedesco, rispondendo alla domanda se la Germania intenda seguire Washington sul possibile boicottaggio delle Olimpiadi, ha detto: “C’è l’autonomia dello sport. Vale il principio dell’autonomia dello sport.”. Ha poi sottolineato che sono in corso colloqui con i partner, anche con gli americani.


Cina, aziende puntano il dito contro il governo per sfruttamento Uiguri

Genocidio degli Uiguri: la pressione internazionale cresce