USA: repubblicani chiedono di annullare i colloqui sul nucleare con l’Iran

0
306
UUSA: repubblicani chiedono di annullare i colloqui sul nucleare con l’Iran

I repubblicani della Camera USA chiedono all’amministrazione Biden di annullare i colloqui sul nucleare con l’Iran. Secondo loro, non esiste un percorso diplomatico produttivo e Teheran sta sfruttando l’occasione per portare avanti il suo programma nucleare. I legislatori chiedono quindi di applicare con forza le sanzioni esistenti contro l’Iran.

USA: cosa chiedono i repubblicani all’amministrazione Biden?

Più di 100 repubblicani della Camera hanno chiesto all’amministrazione Biden di interrompere i negoziati in corso a Vienna sull’accordo nucleare con l’Iran. In una lettera, circa 110 legislatori chiedono al Segretario di Stato Antony Blinken di esortare l’amministrazione a ritirarsi dagli infruttuosi colloqui per rientrare nel JCPOA. I legislatori chiedono anche di applicare con forza le sanzioni esistenti contro l’Iran. In particolare di applicare le sanzioni al commercio del petrolio tra l’Iran e la Cina.

“Le recenti dichiarazioni dei funzionari dell’amministrazione sui colloqui di Vienna hanno chiarito che al momento non esiste un percorso diplomatico produttivo. Nel frattempo, l’Iran sta portando avanti il ​​suo programma nucleare, utilizzando centrifughe avanzate e producendo apparecchiature per tali centrifughe, accumulando quantità crescenti di uranio arricchito al 20% e al 60% di purezza”, hanno scritto i legislatori. “Le crescenti provocazioni nucleari dell’Iran, mentre bloccano i progressi nei negoziati, sono l’epitome della malafede. Gli Stati Uniti e i nostri partner devono aumentare la pressione sull’Iran per fermare i suoi pericolosi progressi nucleari. Il modo più efficace per farlo è applicare con forza le nostre sanzioni esistenti ed esortare i nostri partner ad adottare misure simili. Se l’Iran non è pronto a negoziare così come stanno le cose, dobbiamo rafforzare la nostra leva per costringerlo a negoziare un accordo migliore e più rigoroso senza tramonti”, hanno scritto i legislatori

Bisogna applicare con forza le sanzioni

La lettera sottolinea anche i commenti di Rob Malley, l’inviato speciale degli USA per l’Iran, che il mese scorso ha affermato: “Sembra molto chiaro l’Iran sta cercando di creare una leva espandendo il proprio programma nucleare e sperando di usarla per ottenere un accordo migliore”. “Gli USA e i nostri partner devono aumentare la pressione sull’Iran per fermare i suoi pericolosi progressi nucleari. Il modo più efficace per farlo è applicare con forza le nostre sanzioni esistenti ed esortare i nostri partner a compiere passi simili. Se l’Iran non è pronto a negoziare così come stanno le cose, dobbiamo rafforzare la nostra leva per costringerlo a negoziare un accordo migliore e più rigoroso senza tramonti“, hanno concluso i legislatori.


Leggi anche: Colloqui sul nucleare iraniano: Teheran chiede revoca sanzioni