USA e Giappone collaborano contro Pechino

0
226
USA e Giappone collaborano contro Pechino

USA e Giappone hanno concordato di collaborare contro le crescenti minacce di Pechino. I ministri degli Esteri e della Difesa giapponesi e statunitensi hanno espresso preoccupazione per la crescente influenza marittima cinese nel Mar Cinese Orientale e nel Mar Cinese Meridionale. Hanno poi discusso della questione Taiwan e dei diritti umani, nonché delle minacce missilistiche e nucleari della Corea del Nord.   

USA e Giappone sono pronti a collaborare contro Pechino?

Si è tenuto un incontro tra i ministri degli Esteri e della Difesa giapponesi e statunitensi nel quadro dei dialoghi del formato 2+2. I ministri hanno condiviso le loro preoccupazioni riguardanti le “attività destabilizzanti” della Cina. I ministri hanno concordato di cooperare per rispondere alle crescenti minacce di Pechino.  Il ministro degli Esteri giapponese, Yoshimasa Hayashi, il ministro della Difesa, Nobuo Kishi, e il segretario di Stato degli USA, Antony Blinken, e il segretario alla Difesa, Lloyd Austin, hanno espresso “preoccupazioni gravi e continue” sulle questioni relative ai diritti umani nella regione autonoma cinese dello Xinjiang e a Hong Kong. I ministri hanno anche sottolineato l’importanza della pace e della stabilità nello Stretto di Taiwan.

La risposta della Cina

Non si è fatta attendere la risposta della Cina. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Wang Wenbin, ha criticato Gippone, Stati Uniti e Australia per aver interferito negli affari interni cinesi. Secondo Pechino, Washington, Tokyo e Canberra avrebbero fabbricato false informazioni per diffamare la Cina e minare l’unità e la fiducia reciproca tra i Paesi regionali. Wang ha detto che Pechino ha presentato proteste formali contro le ultime azioni di USA, Australia e Giappone. Ha poi sottolineato che per mantenere la pace e la stabilità nell’Asia orientale e nella regione Asia-Pacifico bisogna aderire al multilateralismo. Invece, secondo Pechino, Washington, Tokyo e Canberra stanno formando “piccoli circoli” contro altri Paesi.   


Leggi anche: Indo-Pacifico: Australia, Usa, Giappone e India siglano un patto anti-cinese