USA Breaking news del 9 ottobre 2020

Ecco le ultime notizie dagli Stati Uniti del 9 ottobre 2020

0
420
27 novembre
USA Breaking news (periodicodaily)

Oggi, 9 ottobre, ci giungono nuove notizie dagli USA.

Last news del 9 ottobre

Trump: non sono contagioso, pronto a tornare in pista

Durante un’intervista per Fox News, il presidente Trump ha dichiarato di stare bene e di non credere affatto di essere contagioso.

Trump ha inoltre affermato di essere pronto a tornare a fare campagna elettorale e tenere comizi.

Il tycoon ha anche rifiutato categoricamente l’ipotesi di un confronto via webcam con il candidato democratico Joe Biden. Ha detto: “Non sprecherò il mio tempo”.

New York Times: medicinale usato su Trump sviluppato con tessuti feto

Secondo quanto riportato dal New York Times, il regeneron, il cocktail sperimentale di anticorpi monoclonali usato da Donald Trump contro il Covid-19 e che lui ha promesso gratis a tutti, sarebbe stato sviluppato con cellule derivate da un tessuto fetale.

Tuttavia Trump, nel luglio del 2019, aveva sospeso i fondi federali per le ricerche scientifiche che utilizzavano tessuti fetali derivati dagli aborti.  

McConnell: evito la Casa Bianca, misure anti-covid carenti

Il leader dei repubblicani al Senato Mitch McConnell, alleato del presidente Trump, ha dichiarato che da oltre due mesi sta evitando di recarsi alla Casa Bianca a causa delle carenti misure anti-covid.

Ha infatti detto: “Non vado alla Casa Bianca dal 6 agosto, perché avevo l’impressione che il loro modo di gestire il problema fosse differente dal mio e da quello che ho suggerito di fare al Senato, indossare le mascherine e praticare il distanziamento sociale”.

Fauci: tutti facciano il vaccino influenzale

Il virologo Anthony Fauci ha affermato che è molto importante che tutti facciano il vaccino contro l’influenza. Fauci ha detto: “Negli USA la raccomandazione è che chiunque, da 6 mesi in su, si vaccini, anche se non ci trovassimo nel mezzo di una pandemia”.

Ha poi sottolineato: “Il fatto che il covid circoli mentre ci avviciniamo alla stagione influenzale rende la situazione più complicata. Tutti, negli USA, in Europa, ovunque, devono vaccinarsi contro l’influenza”.

Obama: Biden leader che può unire il Paese

L’ex presidente Barack Obama ha rinnovato il suo sostegno a Joe Biden, con cui ha condiviso la Casa Bianca per otto anni.

Obama ha scritto su Twitter: “Abbiamo l’opportunità di eleggere un leader che unirà questa nazione. E quel leader è Joe Biden. Non c’è un minuto da perdere”.

Altre notizie del 9 ottobre

Pelosi chiede di indagare sulle capacità di Trump di governare

Dopo che il presidente Trump ha dichiarato che sta progettando di fare campagna elettorale in Florida e Pennsylvania nonostante sia affetto dal coronavirus, la speaker della Camera Nancy Pelosi mette in dubbio la sua idoneità per la presidenza. Chiede quindi di avviare le pratiche per l’applicazione del 25° emendamento della Costituzione.

La Pelosi ha riferito che sarà chiesta una commissione per indagare sulle reali capacità di governare di Donald Trump.

Superati i 7,6 milioni di casi covid negli USA

Secondo i dati della Johns Hopkins University, i casi di coronavirus accertati negli USA hanno superato quota 7,6 milioni.

I decessi totali dall’inizio della pandemia sarebbero quasi 213 mila.

Secondo i media americani, l’Agenzia Sanitaria Federale per la Tutela della Salute avrebbe previsto che i casi supereranno quota 8 milioni entro il prossimo giovedì. Inoltre, entro la fine di questo mese si arriverà a quota 233 mila morti.

La campagna di Biden raccoglie 12 milioni di dollari dopo il dibattito VP

Dopo il dibattito vice-presidenziale fra Kamala Harris e Mike Pence, la campagna presidenziali di Joe Biden ha raccolto 12 milioni di dollari.

La campagna dell’ex vicepresidente continua così a totalizzare raccolte record. Infatti, dopo il dibattito con il presidente Trump aveva raccolto quasi 10 milioni di dollari in tre ore, e il comitato nazionale democratico, insieme alla campagna, ha raccolto in un solo mese la cifra record di 364,5 milioni di dollari.

Ondata di voti anticipati negli USA

Si avvicinano le elezioni presidenziali USA 2020, e molti elettori hanno deciso di votare mediante il voto anticipato per corrispondenza.  

Secondo i dati diffusi dai vari Stati, più di 6 milioni di americani avrebbero già votato in 27 Stati. Tra questi, 1,4 milioni sono registrati come democratici, 3,7 milioni come indipendenti, mentre solo 653 mila come repubblicani.


Leggi anche: FBI sventa complotto per rapire governatore del Michigan

Commenti